Aperitivo a Grado

Tra Aquile e Vipers si va alla bella

facebook

aquile1.jpgI Vipers tornano pan per focaccia al Pontebba venendo a vincere al PalaVuerich e riportando la serie sul pareggio. Ora ci si gioca il tutto per tutto martedì all’Agorà dove per le Aquile è l’ennesima finale: chi vince passa. E a quel punto si vedrà chi ha meno paura. Le squadre scendono sul ghiaccio legate per la posta in palio.
Il Milano è più nervoso, passano 14 secondi e per i Vipers si apre subito la gabbia dei puniti con il capitano Strazzabosco che va ad accomodarsi per carica scorretta. Il Pontebba ha immediatamente una grossa occasione con Cavanaugh quando il cronometro segna 34 secondi ma Szuper è sceso sul ghiaccio. Aquile che non approfittano dell’uomo in più e al 4’15” è il Milano a farsi vedere con due conclusioni di Iannone deviate da Carpano. Ci prova il Pontebba al 7’51” con Rigoni che gira attorno alla gabbia avversaria ma il goalie ungherese chiude bene l’angolo basso. Poco spettacolo anche se con il passare del tempo le squadre si sciolgono. Al 14’10” Day spara sui gambali di Carpano, rispondono le Aquile con Kalmikov in azione solitaria ma la conclusione termina a fil di palo. Al 16’07” ancora Pontebba con Aquino che tira verso Szuper, il portiere si butta verso destra con poca convinzione, il puck gli finisce addosso e l’estremo difensore ospite riesce a fermarlo. Il primo drittel sembra destinato a finire 0 a 0 quando a un secondo dalla fine, Stephenson da dietro la porta serve Kurtz che devia in rete per il momentaneo 0 a 1.
Milano vuole vincere e allunga subito all’inizio del secondo periodo. Prima va vicino al gol con un contropiede di Day e poi all’1’45” segna con Scandella su un’azione fotocopia che mette il numero 10 in condizione di giocare l’1 contro 0 e superare Carpano. Sotto di due reti, il Pontebba si affida a Lutz che al 2’35” mette in difficoltà Szuper bravo poi al 3’15” su Cooper. Polemiche al 5’06” su un tiro di Cavanaugh a botta sicura. Il portiere magiaro, superato dal disco, sposta deliberatamente la porta. Il puck entra lo stesso, la luce rossa del giudice di porta si accende e Cassol viene attorniato dai giocatori di entrambe le squadre. Il capoarbitro decide di non dare il gol, ma penalizza il portiere con due minuti prendendosi i fischi dei quasi duemila spettatori di fede pontebbana presenti al PalaVuerich. Aquile continuano a essere pericolose, mentre Szuper sembra essere ritornato quello di qualche tempo fa e blocca tutti i tiri. Si continua a giocare con molto nervosismo con la panca puniti dei Vipers che si apre spesso. Al 34’20”, in doppia superiorità, Romano va a colpo sicuro, Szuper in tuffo ferma il puck e poi è miracoloso sui tiri ancora di Romano e Aquino.
Pontebba tutto grinta e cuore nel terzo periodo per venti minuti palpitanti. Inizia subito bene la formazione friulana che dopo 28 secondi è in rete con tiro di Cavanaugh che sorprende Szuper. Aquile che continuano a premere con decisione. Al 2’51” ci prova Aquino, poi al 3’08” è la volta di Rigoni infine al 3’48” è un tiro di Lutz a finire largo. Si rivede il Milano dopo due minuti con Day che chiama alla respinta Carpano. È un lampo tra le azioni friulane. Szuper diventa sempre più protagonista fermando tre conclusioni consecutive delle Aquile senza fortuna. Il Pontebba ancora avanti alla ricerca del pareggio, ma – come spesso capita in queste occasioni – arriva la rete degli avversari. Al 16’29”, su una presunta liberazione vietata non segnalata dalla terna arbitrale, arriva il gol di Stephenson che chiude l’incontro e manda tutti a gara 5.

361