Aperitivo a Grado

Trieste: Alberto Angela svela i segreti di Sissi al castello di Miramare – 20 ott su RAIUNO

facebook

Dopo il successo delle prime tre puntate di “Ulisse il piacere della scoperta”, condotte da Alberto Angela in prima serata su Raiuno, domani sera alle 21.15 andrà in onda la quarta puntata dedicata all’imperatrice Elisabetta d’Austria e, in parte, anche a Miramare e a Trieste. Meglio conosciuta come la principessa Sissi e ben nota al pubblico grazie ai film interpretati dall’indimenticabile Romy Schneider, il programma ripercorre la vita di questo affascinante e discusso personaggio storico che a Trieste passò diverse volte in diverse occasioni, eleggendola come punto di partenza verso il sud, verso i suoi molti viaggi in mare. Tra il 1869 e il 1896, la monarca austriaca soggiornò qui molte volte, prima e dopo i viaggi nel mar Mediterraneo, anche in Grecia.

Di questo, dei suoi viaggi e del suo tempo, delle tradizioni asburgiche e del suo essere una principessa libera dai vincoli sociali e di comportamento normalmente imposti alla nobiltà mitteleuropea del XIX secolo, parlerà la puntata di domani che è anche l’ultima di questa serie di “Ulisse il piacere della scoperta”. Le telecamere di “Ulisse” puntate sul castello di Miramare e su Trieste, rappresentano un vero e proprio amplificatore in termini di promozione a questo territorio, la cui storia e carattere sono indissolubilmente legati alla sovranità austriaca.

Alberto Angela guiderà i telespettatori in un viaggio nei fastosi palazzi di corte della dinastia degli Asburgo. Dal matrimonio a Vienna con l’imperatore Francesco Giuseppe – al quale presterà la voce Gigi Proietti – fino alla drammatica morte nel 1898 a Ginevra per mano di un anarchico italiano.

L’eco che la sua vita ha avuto fino ai giorni nostri, è dovuta anche al fatto che Sissi è stata per molti un simbolo dell’indipendenza femminile in un secolo di grandi trasformazioni sociali. La sua indole ribelle, in contrasto con le rigide convenzioni di corte, ha presagito con decenni d’anticipo la fine del vecchio mondo. Partendo dai palazzi viennesi di Schönbrunn e della Hofburg, simboli del fasto e del potere asburgici, Alberto Angela è arrivato a Trieste. Qui il castello di Miramare, che è stato set un mese fa – in una luminosa giornata di settembre in cui Trieste ha mostrato il suo lato migliore – delle riprese del programma, ancora oggi è testimone del passato dominio austriaco. Il noto giornalista e scrittore, uno dei volti più conosciuti della Rai, ha passato la giornata tra l’approdo sul mare, i saloni storici del castello e le terrazze del maniero ottocentesco. “Questo magnifico castello – ha dichiarato a Trieste Alberto Angela – è il simbolo di Trieste e, per la nostra puntata, il punto di partenza che usiamo per raccontare i luoghi di Elisabetta e i costumi del suo tempo. L’imperatrice è un simbolo della monarchia asburgica pur essendo generalmente insofferente alla disciplina di corte a Vienna, nonché alle politiche imperiali. E Trieste è probabilmente la città italiana in cui il ricordo di Elisabetta d’Austria è forse più vivo e tangibile”. Alberto Angela porterà i suoi telespettatori anche sul Danubio fino a Budapest, teatro della trionfale incoronazione di Sissi a regina d’Ungheria, per tornare a Vienna nella suggestiva cripta dei cappuccini, dove il corpo dell’imperatrice riposa accanto a quelli degli altri sovrani austriaci.

13.120