Aperitivo a Grado

Trieste: Red Army Choir Orchestra and Ballet. 26 settembre 2015

facebook

11 Red Army Chori Orch & Ballet

“Un autentico tesoro dell’arte mondiale”, così il Daily Telegraph, una delle più importanti testate giornalistiche mondiali, ha definito il Red Army Choir Orchestra and Ballet, il coro ufficiale dell’Armata Rossa diretto dal Generale Viktor Eliseev; un patrimonio, un simbolo, una realtà che rappresenta un paese intero, legandosi indissolubilmente alla sua storia. Negli ultimi 30 anni di attività contano più di 7mila esibizioni in tutti i 5 continenti, per oltre 50 stati visitati e un pubblico che supera i 20 milioni di persone. Tanti i record e i riconoscimenti per questo ensemble unico, tra cui quello di aver suonato per Papa Giovanni Paolo II a Roma, e alla cerimonia di apertura dei giochi olimpici di Mosca del 1980 e più recentemente a quella dei giochi di Sochi nel 2014.
Il coro militare più importante al mondo, accompagnato dalla straordinaria orchestra e dal corpo di ballo, annuncia oggi il nuovo tour europeo che arriverà in Italia per la prima volta e per un unico grande show sabato 26 settembre (ore 21:00) a Trieste al Politeama Rossetti
Per questa assoluta esclusiva italiana i biglietti saranno in vendita a partire dalle ore 10.00 di mercoledì 24 giugno online su Ticketone.it, Vivaticket.it, nei punti vendita autorizzati e alle biglietterie del Politeama Rossetti (orario estivo: da lunedì a venerdì dalle ore 9:00 alle 12:00).

10 Red Army Chori Orch & Ballet

Per comprendere a pieno la potenza e la profondità delle poderose voci del Red Amy Choir è necessario considerare la storia stessa della Russia. Questo coro virile si compose ed è composto di soli soldati, figli della rivoluzione, ed ebbe un ruolo fondamentale fin dalla sua nascita come sostegno alle truppe che difendevano la madrepatria Russa, contribuendo a tenere alto il morale dei battaglioni esausti e logorati dagli sforzi della guerra, glorificando l’ideale rivoluzionario e portando in tutto lo sconfinato territorio russo il messaggio della Rivoluzione d’Ottobre. Il forte spirito del coro, che è quello della sua gente, può generarsi solo da una popolazione che ha conosciuto la sofferenza in molteplici forme, prima con gli zar, poi attraverso le due sanguinosissime guerre mondiali, le rivoluzioni e le carestie. Fin dalle origini, furono solo due i cori che poterono fregiarsi dell’appellativo Red Army Choir: l’Aleksandrov Ensemble (fondato nel 1929) e l’Ensemble Accademico del Ministero degli Interni (fondato nel 1939), ad oggi l’unico riferimento esistente, conosciuto in tutto il mondo; il marchio Red Army Choir è registrato in 35 paesi e rappresenta e tutela questa storica tradizione artistica.
Grazie alla superba guida del Generale Viktor Eliseev e a un repertorio attualizzato e modernizzato, il coro dell’Armata Rossa ha conquistato il mondo. Le emozionanti esibizioni del Red Army Choir mischiano le melodie tradizionali e il folklore russo, le canzoni patriottiche di guerra, arie classiche e melodie internazionali, spazia infatti da Verdi e Rossini, Bizet e Wagner, fino ad arrivare a classici pop e rock come “Hey Jude”.
Un appuntamento memorabile per la città di Trieste che, per la prima volta, potrà ammirare dal vivo l’ensemble simbolo della cultura e della storia musicale russa, che proprio nel capoluogo del Friuli Venezia Giulia, sabato 26 settembre, chiuderà trionfalmente la prima tranche del tour europeo (4 spettacoli in Ungheria, 3 in Romania, 1 in Slovenia nella grande Stozice Arena di Lubiana). In ottobre la compagnia approderà in Francia, Svizzera e Belgio con 18 concerti nei principali teatri e arene.
Tutte le informazioni su www.azalea.it .

L’eccezionale evento è organizzato da Zenit srl e Associazione Altramusica, in collaborazione con il Comune di Trieste, la Regione Friuli Venezia Giulia e il Politeama Rossetti – Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

787