Aperitivo a Grado

Trieste Summer Rock Festival dal 2 al 5 agosto al Castello di San Giusto


Presentata stamane dall’assessore comunale al Turismo e Promozione del territorio Maurizio Bucci con Davide Casali, presidente dell’Associazione Musica Libera e la presidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione CRTrieste, Tiziana Benussi e la simpatica presenza di “The Teacher”, il pupazzo del maestro dell’opera dei Pink Floyd “The Wall”, la XV edizione del “Trieste Summer Rock Festival” che si svolgerà dal 2 al 5 agosto al Castello di San Giusto e sarà più che mai all’insegna del Rock progressive.

Organizzato dall’associazione “Musica Libera”, grazie al sostegno del Comune di Trieste e della Fondazione CRTrieste, il Festival vedrà protagonisti delle serate, nella suggestiva cornice del Castello di San Giusto, l’ex tastierista degli YES Rick Wakeman, Nico Di Palo e Gianni Belleno dei New Trolls, i Saint Just, Prog Band di Jenny Sorrenti (special guest, il fratello Alan) e i PinkOver, che riproporranno dal vivo il leggendario doppio album The Wall.

I concerti di Saint Just e Rick Wakeman sono a ingresso libero, quelli di Nico Di Palo e Gianni Belleno of New Trolls e PinkOver al costo di 10 euro. Tagliandi in vendita presso le prevendite abituali e sul circuito Vivaticket. Apertura biglietteria un’ora prima del concerto.

Celebrare, attraverso un festival internazionale, la musica rock e progressive con un ciclo di concerti di grande qualità e artisti storici capace di attirare un numeroso pubblico di giovani e non solo, da tutt’Europa. Anche quest’anno è questo l’obiettivo della manifestazione, inserita nel calendario di Trieste Estate. Sono state oltre 150.000 le persone che nel corso di questi anni hanno assistito complessivamente al festival, tanto da essere definito dalla rivista Jam la “capitale” italiana del Rock progressive. Un successo che si conferma di anno in anno che che ha visto arrivare a Trieste artisti del nome di Steve Hacket, Focus, Grand Mother of Inventions, Pfm, Creedence Clearwater Revived, Carl Palmer in Elp tribute with Fog, Animals, Ian Paice, Banco del Mutuo Soccorso, Alan Parson, New Trolls, Delirium, Clive Bunker, Glenn Hughes, Osanna, Ray Wilson, Gong, Claudio Simonetti&Daemonia, Van Der Graaf Generator, Caravan, Omaggio a Battisti.

Formula apprezzata quella del Festival che dà spazio anche ai giovani e ai gruppi rock triestini, che hanno la possibilità di esibirsi prima di questi grandi nomi del Rock Progressive, dando loro anche occasioni di confronto e di visibilità.

Il programma di quest’anno vedrà sul palco nella serata di apertura di giovedì 2 agosto i Saint Just, storica band rock progressive formatasi negli anni ’70 è ancora oggi guidata dalla vocalist, musicista e compositrice Jenny Sorrenti che ha recentemente dato alle stampe l’album “Prog Explosion and other stories”, uscito per la Maracash/Progressivamente e coprodotto dalla stessa Jenny e Guido Bellachioma.

Dal vivo saranno proposti alcuni brani dai due primi album: “Saint Just” e “La casa del lago”, insieme ad altri tratti dal nuovo cd che vede la partecipazione del compianto Francesco Di Giacomo (Banco del Mutuo Soccorso) e del fratello di Jenny, il famosissimo Alan Sorrenti. Insieme, ancora una volta, i due eseguiranno altrettanti brani famosi del periodo prog di Alan (il 1° giugno è uscito per la Universal un cofanetto con gli innovativi album realizzati in quegli anni) riletti ed elaborati dalla nuova formazione dei Saint Just, tutta napoletana, che comprende Giuseppe Spinelli alla chitarra, Davide Ferrante alla batteria, Dario Spinelli al basso, Giuseppe Mazzillo alle tastiere e Jenny Sorrenti alla voce.

La sera seguente, venerdì 3 agosto, saranno di scena al Castello di San Giusto Nico Di Palo e Gianni Belleno dei New Trolls. A cinquant’anni dalla nascita della band, per la gioia dei fan e degli amanti dei New Trolls, la musica riunisce due pilastri e fondatori del gruppo, Nico Di Palo, chitarra e voce Gianni Belleno, batteria e voce. Milioni di “note”, scritte, interpretate e rimaste impresse nella storia musicale italiana, dai più grandi successi della band genovese nata nel 1967: “Senza orario e senza bandiera”, “Concerto Grosso per i New Trolls 1 e 2”, “Searching for a land”, “Quella carezza della sera”, “Aldebaran”, “Una miniera”, “Visioni”, e tante altre, a testimonianza delle loro profonde e ben radicate affinità con la musica.

Nico Di Palo e Gianni Belleno saranno accompagnati dal vivo a Treiste da una band ultracompatta di musicisti di alto spessore: Claudio Cinquegrana, Stefano Genti, Umberto Dadà, Claudio Tarantola e Nando Corradini.

Il Festival proseguirà sabato 4 agosto alle ore 21.00 con l’esibizione di Rick Wakeman, tastierista e compositore britannico esponente del progressive rock degli anni Settanta. Oltre a una brillante carriera da solista, è noto anche e soprattutto per aver inciso vari album con con gli Yes nel periodo d’oro della band nei primi anni Settanta, contribuendo alla realizzazione di album come Fragile, Close to the Edge e Going for the One. La carriera solista di Wakeman, lunga e prolifica, è caratterizzata da alcuni successi soprattutto a metà anni Settanta. Come dimostrato dai brani che ha inciso ed eseguito dal vivo più volte nel corso della sua carriera (ad esempio: Merlin the Magician, Roundabout, South Side of the Sky, Journey to the Centre of the Earth, Catherine Parr, Anne Boleyn e Wurm), Wakeman è anche un grandissimo improvvisatore. Nella sua produzione più recente, vanno ricordati vari album legati al genere New Age e numerosi dischi per pianoforte solo, come Country Airs, The Piano Album, The Yes Piano Variations, Prelude to a Century, Heritage Suite e Chronicles of Man.

Domenica 5 agosto, sempre al Castello di San Giusto a chiudere la manifestazione sarà la formazione dei PinkOver, che immergerà il pubblico nel concept album dei Pink Floyd “The Wall”. Tutti i brani fanno parte di un unico filo conduttore: IL MURO, inteso come isolamento personale e sociale. Un muro di 14 metri di larghezza e 5 di altezza, proiezioni e luci condurranno lo spettatore nel viaggio che il protagonista affronta tra ricordi di infanzia, adolescenza, un presente opprimente, fino ai margini della follia. La produzione non si limita solo all’esecuzione musicale ma è fatta di immagini proiettate, figurazioni sceniche, tra cui il pupazzo del maestro “The Teacher”.

“Con orgoglio abbiamo sempre portato a Trieste musica di alto livello con il rock anni 70, il vero volto del rock: in quindici anni si sono esibite intramontabili leggende del ‘progressive’ regalando emozioni indelebili e opportunità di far conoscere ancor più la nostra città anche all’estero – ha sottolineato l’assessore comunale al Turismo e Promozione del territorio Maurizio Bucci -. “Un Festival di prestigio realizzato grazie alla collaudata collaborazione con l’Associazione Musica Libera e alla generosità della Fondazione CRTrieste”.

“La musica è cultura, anche quella rock, e le performance musicali attirano spettatori anche da molto lontano, aiutando a far conoscere quindi Trieste. Per questo la Fondazione CRTrieste ha voluto sostenere diverse edizioni di questa kermesse musicale, che è diventata un appuntamento immancabile per appassionati che si mettono in viaggio da tutta Europa per raggiungere la nostra città” – ha dichiarato Tiziana Benussi-.

“Giunto quest’anno alla sua quindicesima edizione – ha concluso Davide Casali – il festival rappresenta un’importante vetrina per i musicisti triestini, molti dei quali dopo essersi esibiti sul palco della rassegna, hanno ottenuto grosse soddisfazioni professionali. Ma il nostro è ed è stato nel corso di questi anni ricchi di successo anche e soprattutto un palcoscenico internazionale dove i grandi gruppi che hanno fatto la storia del prog e del rock hanno offerto alla città spettacoli imperdibili, emozioni e musica di ottima qualità. Qualità che crediamo di aver conservato anche con le qualificate proposte di questa edizione. Per l’Associazione Musica Libera quest’anno sarà un’edizione speciale perché celebra 15 anni di successi che speriamo e contiamo di poter perpetuare anche grazie al sostegno di Comune di Trieste e Fondazione CRTrieste”.

INFORMAZIONI
Associazione Musica Libera – piazza Benco, 4 – Trieste

cell: +39 340.0813203

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
779