Aperitivo a Grado

Udine: 36 mila euro per la sicurezza allo Stringher

facebook

honsell sett 2013A pochi giorni dall’inizio delle scuole il Comune di Udine ha completato una serie di lavori per la messa in sicurezza dell’area relativa all’istituto Stringher, in viale Monsignor Nogara. “Grazie al prezioso lavoro svolto dagli uffici comunali – spiega il sindaco Furio Honsell – siamo riusciti finalmente a completare la messa in sicurezza del tratto stradale dove ogni giorno transitano centinaia di studenti. Opere che si sarebbero dovute fare già ai tempi della realizzazione dell’istituto, ma che finalmente siamo ora riusciti a compiere grazie allo sforzo economico del Comune che ha voluto risolvere anche i problemi di sicurezza delle scuole secondarie cittadine”.
Palazzo D’Aronco, dunque, ha garantito la messa in sicurezza dell’attraversamento da e per la scuola per una spesa complessiva di 36 mila euro, completamente a carico del Comune. “Siamo intervenuti per garantire la sicurezza degli studenti – spiega l’assessore all’Educazione, Sport e agli Stili di Vita, Raffaella Basana – in un’area particolarmente sensibile dal punto di vista del traffico e della presenza di ragazzi delle scuole”.
L’amministrazione comunale ha realizzato lavori di regimazione e raccolta delle acque in prossimità dell’accesso, fresatura e asfaltatura dell’area di proprietà comunale vicino all’accesso, realizzazione del varco di attraversamento nell’aiuola spartitraffico centrale del viale, asfaltatura della porzione di banchina sul lato del viale opposto all’ingresso della scuola, segnaletica luminosa, oltre al posizionamento di un passaggio pedonale “a pellicano” per garantire la massima sicurezza dei ragazzi. Nel corso di questa settimana verranno infine ultimati i lavori riguardanti la segnaletica.
“Questo è un intervento prioritario per la sicurezza dei ragazzi che arrivano in città e che ora possono muoversi in sicurezza tra le fermate extraurbane e lo Stringher – sottolinea l’assessore alla Mobilità, Enrico Pizza –. In futuro l’obiettivo è dotare viale Monsignor Nogara di un percorso ciclopedonale che colleghi il centro studi con lo Stringher. Proprio in quest’ottica – conclude – abbiamo avviato il percorso di acquisizione al demanio comunale di quelle che oggi sono ancora proprietà private”.

355