Aperitivo a Grado

Udine: al via “Energia in gioco” per educare al risparmio energetico – 10/14 novembre 2015 – PROGRAMMA

facebook

09_11_15 energia in gioco ex macello 01Dai laboratori creativi agli esperimenti sulle trasformazioni energetiche, dai percorsi di scoperta delle risorse rinnovabili all’esplorazione dei fenomeni energetici attraverso il gioco. E poi ancora letture, proiezioni, seminari ed esposizioni sempre dedicati al mondo dell’energia. Con ben 23 partner ufficiali e oltre 90 appuntamenti proposti l’edizione 2015 di “Energia in gioco”, in programma dal 10 al 14 novembre, si preannuncia ricchissima di iniziative e attività gratuite. Alla presentazione ufficiale della manifestazione, che si è tenuta oggi, 9 novembre, nella palazzina 8 dell’ex macello, hanno partecipato il sindaco di Udine, Furio Honsell, l’assessore comunale allo Sport, all’Educazione e agli Stili di Vita, Raffaella Basana, l’assessore regionale all’Ambiente e all’Energia, Sara Vito, e rappresentanti dei tanti partner coinvolti nell’iniziativa. Grandi protagoniste dell’evento, dedicato alla promozione di comportamenti responsabili nell’uso dell’energia, saranno come di consueto le scuole di ogni ordine e grado, a cui saranno riservate le mattinate dal 10 al 14 novembre con laboratori, postazioni interattive, esperimenti, conferenze, proiezioni, giochi e animazioni. Spazio però anche al resto della cittadinanza, che potrà partecipare alle attività proposte nei pomeriggi di venerdì 13 e sabato 14 novembre.

Ma la grande novità di quest’anno è data dalla location che ospiterà gran parte degli in programma. Questa edizione di Energia in gioco terrà infatti a battesimo il recupero dell’edificio 8 dell’ex macello comunale, realizzato nell’ambito del progetto europeo CEC5. “Grazie a questo progetto europeo è stato possibile ristrutturare e trasformare un edificio storico della città in un laboratorio permanente di efficienza energetica – sottolinea il sindaco di Udine, Furio Honsell –. Un’operazione che illustra come sia possibile conservare esempi di archeologia industriale all’insegna dell’innovazione mantenendone il carattere architettonico e trasformandoli in laboratori di efficienza”.

L’intervento di riqualificazione dell’edificio 8 nell’area dell’ex macello comunale ha riguardato l’installazione di una copertura vetrata con innovative celle fotovoltaiche, montate su un apposito telaio metallico. L’intervento ha permesso di aumentare le performance energetiche dell’immobile nel pieno rispetto dei vincoli architettonici imposti. Si è scelto inoltre di dotare la struttura di un cappotto interno per preservare la tessitura muraria esterna originaria, con un sistema di riscaldamento a pavimento e a bassa temperatura. L’intero edificio è dotato anche di un impianto di gestione integrata dell’energia.

Programma. Anche quest’anno Energia in gioco proporrà tantissimi appuntamenti, oltre 90, dedicati alla promozione di comportamenti responsabili nell’uso dell’energia. “È nostro dovere, ma anche la nostra unica speranza, operare per il progresso dell’umanità verso una società inclusiva, equa, sana e sostenibile – osserva il sindaco Honsell –. Da cinque anni Udine organizza Energia in gioco proprio con questo scopo: portare attraverso il gioco nelle strade e nelle piazze, e quindi a tutti, messaggi forti ed esempi e pratiche di sostenibilità. Non dobbiamo dimenticare mai che in tutte le situazioni che viviamo abbiamo la possibilità di sfruttare l’energia in modo più efficiente, risparmiando denaro e creando allo stesso tempo nuove opportunità di lavoro in nuovi settori”.

Anche quest’anno il filo conduttore della manifestazione sarà rappresentato da uno dei quattro elementi della tradizione filosofica ellenica: dopo l’aria nel 2014 in questa edizione sarà la terra a ispirare le diverse iniziative in programma. “Energia in gioco offre la possibilità a tutta la cittadinanza di sperimentare e riflettere, in modo innovativo e in chiave ludica e divertente, riguardo ai temi dell’educazione ambientale e del consumo responsabile e consapevole dell’energia – spiega l’assessore allo Sport, all’Educazione e agli Stili di Vita, Raffaella Basana –.
Questo evento si realizza grazie alla partecipazione, alla competenza e alla creatività di numerosi soggetti pubblici e privati che con sensibilità offrono percorsi educativi innovativi sul tema dell’educazione al consumo energetico consapevole e al rispetto dell’ambiente. Un sentito ringraziamento all’ufficio Ludobus e a tutti gli uffici che hanno collaborato e ai numerosissimi partner che con la loro adesione testimoniano l’interesse crescente per l’iniziativa”.

Gli argomenti trattati durante le attività in programma vanno dalle case energetiche alle fonti di energia rinnovabili, dai fenomeni ottici alla fisica di Newton, dall’energia fornita dal cibo alla mobilità sostenibile, dall’energia consumata dal corpo umano ai cambiamenti climatici, dall’inquinamento elettromagnetico all’autobus alimentato a metano. Il tutto presentato con una metodologia particolarmente attenta al coinvolgimento emotivo e all’aspetto ludico e divertente, con l’intento di stimolare la curiosità e l’interesse e di promuovere l’impegno e la partecipazione attiva degli studenti.

Grazie alla collaborazione del Cism – Centro internazionale di scienze meccaniche è stato realizzato un “Portale dell’Energia” volto a raccogliere link a iniziative di educazione energetica e ambientale in corso in Italia, e a redistribuire materiali didattici e informativi, particolarmente interessanti ed affidabili, messi a libera disposizione in rete (http://www.cism.it/departments/energy-and-environment/portale-energia/).

Come già è accaduto nelle ultime edizioni il programma della manifestazione includerà, in collaborazione con il Cec, la proiezione di due film documentari di grande interesse. Il primo, previsto al cinema Visionario il 12 novembre, si intitola “Home” ed è firmato dal regista Yann Arthus-Bertrand, celebre per le fotografie aeree scattate in tutto il mondo, che ha realizzato questo spettacolare film attraverso riprese sorprendenti e di altissima qualità per raccontare lo stato attuale della Terra e il cambiamento climatico. Le immagini sono state riprese tutte dall’alto, in oltre cinquanta Paesi, per restituire un punto di vista inedito, uno sguardo sulle meraviglie del pianeta ma anche sulle trasformazioni ambientali e climatiche che dobbiamo conoscere, monitorare e contrastare.

La seconda pellicola, in proiezione sabato 14 novembre, è il capolavoro di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado “Il sale della terra”, film che racconta la vita e l’opera del fotografo Sebastião Salgado, che per 40 anni ha puntato l’obiettivo sul “sale della Terra”: gli esseri umani e la natura che li circonda, ma anche i fatti più sconvolgenti della nostra storia contemporanea. Si rinnova anche la collaborazione con l’università degli studi di Udine, in particolare con l’unità di ricerca in Didattica della Fisica, che allestirà una mostra di giochi didattici presso l’aula magna di piazzale Kolbe.

Numerosi i partner della manifestazione: Cec, Cism, associazione per l’insegnamento della Fisica, istituto Bearzi, Legambiente Udine, Uisp, Saf, il gruppo Hera e AcegasApsAmga, l’associazione culturale Kaleidoscienza, l’Agenzia per l’Energia del Friuli Venezia Giulia, cooperativa Aracon, associazione Alternativa, A2A – Edipower nucleo di Udine, Studio Natura 3, Italia Nostra, Arpa Fvg, Gse – Gestore servizi energetici, Reinventore, associazione Ararajuba onlus. Diversi anche gli uffici del Comune di Udine che hanno collaborato all’iniziativa: Agenzia Politiche ambientali, Ludoteca, Officine Giovani, museo friulano di Storia naturale.

La partecipazione a tutte le attività di Energia in gioco è gratuita. Per informazioni è possibile contattare la ludoteca comunale (te. 0432 1272 677- 756).

593