Aperitivo a Grado

Udine: danza, “Animali senza favola” al palamostre – 12 mar 2016

FEFF21

952_8190_foto (1)Debutta per la prima volta a Udine, la coreografa e danzatrice Simona Bertozzi in scena con la sua compagnia tutta al femminile il 12 marzo al Palamostre, seguita il 19 marzo dalla performance multimediale del coreografo israeliano Arkadi Zaides e dall’inconfondibile cifra stilistica di Virgilio Sieni con Dolce Vita il 2 aprile. Ed infine la nuova creazione The Ghosts dell’argentina Costanza Macras chiude la stagione del CSS e apre in anteprima il Far East Film Festival 18.
Incentrato sull’universo femminile, Animali senza favola di Simona Bertozzi, prende forma con una originale scrittura coreografica che indaga le dinamiche relazionali con la grammatica e la potenza del gesto, elemento centrale nella danza contemporanea. Bertozzi rinuncia apparentemente alla narrazione (“senza favola”) per concentrarsi sull’esplorazione di sé e dell’altra.
Progetto performativo corale ideato insieme a Marcello Briguglio, che firma il concept con Bertozzi, Animali senza favola è sviluppato in dialogo costante con le musiche originali composte da Francesco Giomi, con il disegno luci e il set-spazio di Antonio Rinaldi e con la collaborazione teorico-compositiva di Enrico Pitozzi.
Animali senza favola si inserisce all’interno di un percorso di ricerca che attiva un’indagine sulla femminilità e sulla ritualità del gesto usando come elemento di reazione e di sintesi l’animale, quell’ “essere occulto che comincia a respirare e a vivere perché ha finalmente incontrato l’ambiente adatto”, come scrive la filosofa Maria Zambrano in Chiari del bosco, saggio fonte d’ispirazione per la coreografa.
Le relazioni – tema portante della Stagione Contatto 34 – sono centrali per la coreografa Simona Bertozzi che ne esplora la dimensione declinata al femminile di gruppo, di comunità, nelle dinamiche del quintetto di danzatrici-branco. Il tratto dell’animalità si fa danza, respiro, oblio, ricerca di narrazione riportandoci al primordiale, a una quiete in agguato, in attesa.
In scena il quintetto di danzatrici-animali si forma a partire da un duetto, o da un trio in un continuo trasformarsi di geometrie nei corpi della stessa Simona Bertozzi con Miriam Cinieri, Lucia Guarino, Francesca Duranti e Stefania Tansini, interpreti diverse per generazione e fisicità coinvolte in un continuo gioco dialettico fra gruppo e singoli.
“Il branco – precisa Simona Bertozzi – affidato alla grazia furibonda di cinque presenze femminili, balbetta e viene sfibrato dall’irruenza e dallo strappo delle singolarità: una tensione alla rivolta che in questo lavoro si apre ad un immaginario non usuale nella mia ricerca coreografica”.
Al Teatro Palamostre al termine dello spettacolo, Simona Bertozzi e la compagnia incontreranno il pubblico.
Domenica 13 marzo (ore 16.30/10.30) Simona Bertozzi condurrà una Masterclass allo Studio di via Fabio di Maniago ospite di Off Label rassegna per la nuova danza ideata dalla Compagnia Arearea di Udine.
Teatro Contatto 34 è un progetto ideato da CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, con il sostegno di Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Udine, Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, Amga Energia & Servizi HeraComm e con Banca di Udine.
Informazioni e prevendite: Biglietteria del Teatro Palamostre, dal martedì al sabato, ore 17.30-19.30 (biglietteria@cssudine.it 0432 506925)

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
780