Aperitivo a Grado

Udine Free Wifi: 9000 connessioni in due mesi

wifi
Quasi 1.600 nuovi utenti e oltre 9 mila connessioni in poco più di due mesi. A poche settimane dal lancio di “Udinefree”, la rete wi-fi free voluta dall’amministrazione comunale, i cittadini, i fruitori del centro storico e i turisti in visita in città dimostrano di apprezzare molto il servizio di connessione gratuita a internet, in particolar modo nelle piazze e nei luoghi di svago. Inaugurata lo scorso aprile, la nuova rete copre ora, con una presenza complessiva di 16 hot-spot, praticamente tutti i principali luoghi di aggregazione del centro storico cittadino.

Ecco dove sono gli hotspot per navigare gratis a Udine

In 77 giorni (i dati raccolti dagli uffici comunali vanno dal 1° aprile al 16 giugno) i sistemi informativi hanno “contato” ben 1.582 nuove registrazioni. La palma di location più “connessa” va a piazza San Giacomo, che da sola raccoglie più di un terzo di nuovi utenti, ben 609. Un dato che conferma sia il ruolo dell’antica piazza delle erbe quale salotto cittadino sia la tendenza degli internauti a utilizzare la rete soprattutto nei momenti di svago. Ma il wifi libero è un servizio importante anche per la cultura e lo studio: lo dimostra il fatto che le sedi della biblioteca civica “V. Joppi” sono in seconda posizione con precisamente 315 registrazioni. Il servizio è particolarmente apprezzato anche nelle sedi museali (319 nuovi utenti), in particolare a Casa Cavazzini, che ha registrato 214 richieste. Un segnale di quanto ormai anche la fruizione della cultura e dell’arte passi attraverso gli strumenti e le risorse web. Buona anche la richiesta del servizio in piazza XX Settembre, che ha totalizzato 182 nuove registrazioni. Seguono piazza Venerio (78 richieste), i giardini del Torso (66) e la loggia di San Giovanni (13).

In questi primi 77 giorni le connessioni complessive sono state 9.179, per un totale di circa 5.085 ore di navigazione, effettuate da 2.980 utenti. Anche sulla quantità di utilizzo a farla da padrone è piazza San Giacomo, con 2.539 connessioni, 1.085 utenti e 1.106 ore di navigazione. Seguono poi le sedi della biblioteca (2.547 connessioni, 514 utenti, 1.769 ore di navigazione) e i musei (1.494 connessioni, 624 utenti, 746 ore di navigazione), con un contributo importante da parte di Casa Cavazzini, che conta ben 979 connessioni, 422 utenti e 494 ore di navigazione. Buona anche la richiesta in piazza XX Settembre, che ha registrato 1.224 connessioni e 767 ore di navigazione da parte di 196 utenti.

“Fa molto piacere che il servizio sia così apprezzato – spiega l’assessore all’Innovazione, Gabriele Giacomini –. La smart city che abbiamo in mente è una città intelligente in quanto accogliente. Per questo motivo – conclude –, potenziare servizi di questo tipo è fondamentale. In una società della conoscenza, infatti, è importante dare accesso pubblico alle informazioni. Inoltre, il successo dell’iniziativa ci spinge a offrire un servizio sempre più presente e capillare sul territorio. L’obiettivo del prossimo anno è di portare il servizio di connettività libero anche fuori dal centro: nei parchi, nei borghi, nelle circoscrizioni cittadino. Per questo motivo ho già dato mandato al Servizio Sistemi Telematici e Informativi del Comune di Udine di avviare uno studio di fattibilità per l’estensione del wifi anche fuori le mura.”

Attualmente sono 16 gli “hot-spot” operativi in varie location del centro storico: sul piazzale del castello (2 “antenne”), in via Cavour angolo piazzetta Lionello (1), in piazza Matteotti (2), in piazzetta Marconi di fronte alla biblioteca Joppi (1), all’interno della biblioteca stessa (2), in piazza XX Settembre (2), nella corte di palazzo Morpurgo in via Savorgnana (1), in piazza Libertà (2), in piazza Venerio (1) e ai Giardini del Torso (2).

Il servizio di navigazione su internet viene offerto gratuitamente a tutti coloro, cittadini, turisti, studenti, lavoratori, che hanno necessità di accedere al web tramite il proprio smartphone, tablet e notebook, e consente, dopo una semplicissima registrazione effettuata fornendo il solo numero di cellulare, la navigazione per un massimo di due ore e 300Mb di dati scaricati nell’arco di una giornata.

“Udinefree” è frutto di un appalto cofinanziato con i fondi europei stanziati dal progetto “Pitagora”, a cui l’amministrazione comunale ha aderito nel 2009, e assegnato alla società Inasset Spa di Pasian di Prato (Udine). Inasset è una realtà del territorio friulano specializzata in servizi di data-center e connettività che sta facendo emergere dal digital divide il Friuli Venezia Giulia, aumentando la fruizione di servizi cloud e la velocità di trasmissione dei dati.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
372