Udine: mostra in castello: I colori della seduzione. Giambattista Tiepolo e Paolo Veronese – 18 nov 2012/1 mar 2013

E’ statata inaugurata il 16 novembre alle 18 al Castello di Udine la mostra “I colori della seduzione. Giambattista Tiepolo e Paolo Veronese”. Organizzata dai Civici Musei e Gallerie di Storia e Arte di Udine con la convinta adesione ed il sostegno della Fondazione Crup e il sostegno di ABS e della Camera di Commercio di Udine, la mostra è parte delle iniziative della quarta edizione delle “Giornate del Tiepolo”, che fino a marzo 2013 e a partire da domenica 18 novembre animeranno Udine con concerti di musica barocca e spettacoli teatrali.

QUI LA MOSTRA DI VILLA MANIN SUL TIEPOLO

Davvero significativo è il contributo all’iniziativa della Fondazione Crup, le cui ragioni sono state così espresse dal presidente Lionello D’Agostini: “La partecipazione della Fondazione Crup ad un evento di questo tipo ribadisce l’attenzione della Fondazione nei confronti delle realtà, come i Civici Musei e Gallerie di Storia e Arte che promuovono la cultura in tutte le sue forme cogliendone l’alto valore artistico. Attraverso il sostegno alla mostra Tiepolo, la Fondazione interviene concretamente per agevolare la conoscenza di artisti che in Friuli hanno lasciato testimonianze di straordinario fascino.”

La mostra, che espone per la prima volta riunite le due tele che compongono il Mosè salvato dalle acque di Giambattista Tiepolo, opera tagliata negli anni ’20 dell’800 e mai ricomposta, si avvale di un Comitato scientifico costituito da Svetlana Alpers, William L. Barcham, Linda Borean, Caterina Furlan, Vania Gransinigh, Peter O. Krückmann, Giuseppe Pavanello e Catherine Whistler ed è curata da William L. Barcham, Linda Borean e Caterina Furlan.

“Le mostre dedicate a Giambattista Tiepolo sia nel secolo scorso sia nel nuovo millennio – spiegano i curatori – hanno privilegiato da un lato un approccio monografico, dall’altro una riflessione sulla produzione grafica dell’artista. Le esposizioni sinora organizzate nell’ambito del progetto Udine: Città del Tiepolo si sono collocate sulla scia di questa tradizione, offrendo al pubblico due rassegne, Il giovane Tiepolo. Alla scoperta della luce (2011) e Giambattista Tiepolo tra scherzo e capriccio (2010), volte a indagare rispettivamente l’attività giovanile e quella incisoria del pittore. Con la mostra del 2012 si è inteso seguire invece un criterio diverso e per certi versi innovativo, finalizzato a esplorare il dialogo, complesso e prolungato nel tempo, intrattenuto da Tiepolo con l’arte di Paolo Veronese”.

In esposizione sono proposte tele provenienti da tutta Europa, dalla Scottish National Gallery di Edimburgo al Musée des Beaux Arts di Digione. Il complesso terreno di confronto tra i due artisti è messo in luce inoltre dai bozzetti e dai disegni, che illustrano le varie modalità con cui Tiepolo ha riletto l’eredità figurativa di Veronese nei vari momenti del processo creativo, traendone ispirazione sia in termini di composizione spaziale sia di formulazione di singoli motivi. Oltre alle tele la mostra vanta infatti un gruppo straordinario di fogli di Tiepolo e Veronese, prestati da diversi musei nazionali e internazionali, quali la Galleria degli Uffizi, il Victoria and Albert Museum di Londra, l’Ashmolean Museum di Oxford, il Département des Arts Graphiques del Louvre, lo Schlossmuseum di Weimar e lo Städel Museum di Francoforte.

La mostra, che resterà aperta fino al 1 aprile 2013, si articola in quattro sezioni nelle quali Tiepolo e Veronese vengono messi a confronto nella trattazione di alcuni temi religiosi, mitologici e della storia antica: il Mosè salvato dalle acque, il Ratto d’Europa, le Cene e i Banchetti, l’Adorazione dei Magi.

Gli eventi de “Le giornate del Tiepolo”, invece, partiranno già da domenica 18 novembre con il primo concerto in programma: alle 18 presso Palazzo Antonini (Università degli Studi di Udine), l’ Ensemble dell’Orchestra Barocca di Venezia e il mezzosoprano Romina Basso proporranno musiche di Antonio Vivaldi, Bartolomeo Cordans, Georg Friedrich Händel.

I colori della seduzione. Giambattista Tiepolo e Paolo Veronese
Castello di Udine – Galleria d’Arte Antica, via Lionello 1 Udine
17 novembre 2012- 1° aprile 2013
orario
da martedì a domenica dalle 10.30 alle 17.00
ingresso
intero € 8,00, con visita alla Galleria d’Arte Antica
ridotti € 5,00
scolaresche € 2,00
Cumulativo con la visita alla mostra dei Civici Musei e al Museo Diocesano: 10,00 €

L’ingresso alla mostra è gratuito per i possessori di FVG Card, la carta turistica del Friuli Venezia Giulia che consente di accedere gratuitamente ai musei regionali, a molte mostre in corso, alle visite guidate organizzate da TurismoFVG, ai servizi di audioguida e di ottenere sconti per l’ingresso a teatri, parchi tematici, riserve naturali e trasporti. La FVG Card è acquistabile negli infopoint TurismoFVG, negli hotel e agenzie viaggi convenzionati della regione a costi proporzionali alla durata, sempre vantaggiosi rispetto ai servizi offerti: 15€ per 48 ore, 20€ per 72 ore, 29€ per un’intera settimana. La FVG Card è valida per un adulto e un bambino sotto i 12 anni.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
1,791