Aperitivo a Grado

Udine: Prosegue l’avventura del cinema in Friuli Venezia Giulia

facebook

cinema
Continuano i successi del cinema realizzato in Friuli Venezia Giulia. A testimonianza della straordinaria vitalità del cinema targato Friuli ci sono due prestigiosi premi conquistati a pochissima distanza l’uno dall’altro dal regista sanvitese di Rumore Bianco, Alberto Fasulo: il Premio Solinas Documentario per il Cinema, il più importante riconoscimento italiano per la sceneggiatura, vinto con il nuovo progetto Tir – Corridoio 5, e l’ennesimo premio per Rumore Bianco, l’elegia per immagini sul Tagliamento, ovvero il Premio Maestrale miglior documentario al Babel Film Festival di Cagliari, concorso internazionale per film in lingue minoritarie.
E ancora l’anteprima dell’ultima fiction realizzata in regione, il film di ambientazione cividalese Bicchiere di Cristallo, con la regia di Eligio Zanier e Angelo Godeassi, al Visionario lunedì 13 dicembre. Infine il cinema e i poeti: Federico Tavan e Pierluigi Cappello si racconteranno attraverso le immagini nella serata di premiazione dell’8° Concors par tescj cinematografics in lenghe furlane (Concorso per testi cinematografici in lingua friulana) in programma per martedì 14 dicembre al Visionario.

“È con immenso onore che ricevo questi premi che riconoscono il valore di coloro che tra autori e produttori della regione credono nel potere del cinema come strumento di comunicazione della friulanità e si impegnano nel sostenere attivamente idee e progetti che qui nascono e vengono realizzati.” Con queste parole Alberto Fasulo, regista di Rumore Bianco – il documentario nato grazie al sostegno congiunto di 40 comuni della regione e distribuito dalla Tucker Film – ha commentato i due premi ricevuti.
Il Premio Solinas Documentario per il Cinema, pari a un premio in denaro di € 8.000, gli è stato assegnato il 6 dicembre per la sceneggiatura di Tir – Corridoio 5. La giuria ne ha apprezzato “lo sguardo rigoroso, l’originalità, l’angolazione del racconto” e ne ha riconosciuto la capacità di interrogare “con intelligenza il nostro tempo e la definizione di identità erranti in un’Europa dai confini porosi” .
Il Premio Maestrale miglior documentario al Babel Film Festival di Cagliari, assegnato a Fasulo sabato 11 dicembre, conferma ancora una volta il valore di Rumore Bianco, il documentario che racconta la vita lungo i 172 km del fiume Tagliamento realizzato nel 2008.

L’avventura del cinema in Friuli prosegue, dicevamo, con l’anteprima della fiction Bicchiere di Cristallo (2010) di Eligio Zanier e Angelo Godeassi organizzata da Provincia di Udine, VideoPrimula, Il Teatro di Eligio con il supporto di Credito Cooperativo Friuli filiale di Beivars. Nel film l’antica e affascinante Forum Iulii fa da sfondo alla storia d’amore tra un guardiano dei musei cividalesi e una misteriosa e facoltosa donna preveniente dal Veneto. Perché trova nell’uomo il suo partner preferito? E perché si dedica a pratiche esoteriche? L’anteprima del film si svolgerà lunedì 13 dicembre al Visionario con inizio alle ore 20.30. Biglietto unico € 5, 00.

In chiusura, ricordiamo la serata di premiazione dell’8° Concors par tescj cinematografics in lenghe furlane organizzata dal C.E.C. con ARLeF, Provincia e Comune di Udine e nata per raccontare e valorizzare la lenghe furlane e i suoi cantori. Si tratta di un’occasione per celebrare, attraverso il cinema, due protagonisti assoluti della cultura della nostra terra: il poeta “matto” di Andreis Federico Tavan – ritratto nella sua bruciate e contagiosa vitalità nel documentario Federico Tavan: segni particolari, nessuno di Augusta Eniti e Paolo Comuzzi – e il gemonese Pierluigi Cappello, vincitore del Premio Viareggio 2010 con la lirica Mandate a dire all’imperatore intervistato nel cortometraggio I lûcs de poesie.
Durante la serata saranno inoltre proiettati i film Cjavelârs / Pelassìers di Fredo Valla e Nereo Zeper e Perché di Enrico Mengotti e consegnati i premi “Mario Quargnolo” a Marcello De Stefano, Lauro Pittini e Bruno Beltramini, 3 personalità che hanno contributo alla crescita del cinema friulano. La serata si svolgerà martedì 14 dicembre al Visionario con inizio alle ore 20.00. Ingresso libero.

621