Aperitivo a Grado

Udine: sequestrata 1 kg di cocaina destinata in città

4 drogaUdine, 17 dic ’10 – Un’organizzazione formata da giovani dominicani dediti al commercio di cocaina, e’ stata sgominata dalla Squadra Mobile della Questura di Udine, che ha sequestrato un chilogrammo di sostanza stupefacente destinata al mercato friulano e indagato 13 persone. L’importazione dello stupefacente – a quanto si e’ saputo – avveniva dalla Spagna tramite ”ovulatori”, ragazzi che sono in grado di ingoiare decine di ovuli di cocaina e quindi di spostarsi in Italia in aereo nelle 48 ore successive per effettuare la consegna. Le indagini, partite nello scorso aprile, hanno portato all’arresto, a Udine nel maggio scorso, di Alexis Edwin Rodriguez Montero, di 21 anni, che in ospedale evacuava trenta ovuli risultanti contenere 250 grammi di cocaina, e di Jose’ Anderson Sangiovanni, di 26 anni, residente a Udine.

La presente indagine è generata dal monitoraggio dell’attività illegale svolta dall’allora minorenne V. J. J. E., già utilizzato come pusher da LOSTIA Franco nell’ambito dell’operazione denominata “NEW GENERETION”
L’attività di Procuratore, coordinata dalla Procura della Repubblica di Udine – Sost Proc dr.ssa DANELON ha permesso di sequestrare complessivamente un chilogrammo di sostanza stupefacente – Cocaina –  destinata esclusivamente al mercato udinese .
E’ stato accertato   che un gruppo di cittadini dominicani nel periodo aprile – ottobre 2010 , con  modalità di aggregazione non omogenee, si sono uniti fra loro allo scopo di commettere un numero indiscriminato di delitti di importazione detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina dando vita a una compagine organizzata al fine del  commercio  nella provincia di Udine di  cocaina avente sede operativa e principale nella città di Udine, luogo di arrivo della cocaina dall’estero e destinata anche allo smistamento
Si tratta principalmente di giovani ragazzi dominicani,  quasi tutti giunti in Italia per coesione familiare, che non svolgono attività lavorativa  e avvalendosi di un forte vincolo etnico geografico si raggruppano  al fine di spacciare  e vivere dei proventi di tali attività illegali, sviluppando nel contesto una stabile struttura ramificata sul territorio.

L’importazione  dello stupefacente avveniva dalla Spagna tramite “ovulatori”, ragazzi che sono in grado di ingoiare decine di  ovuli di cocaina e quindi tramite il mezzo aereo spostarsi in Italia nelle quarantotto ore successive ed effettuare la consegna.
A Udine sono stati bloccati il 4.05.2010 MONTERO Rodriguez Edwin Alexis che in ospedale evacuava trenta ovuli  risultanti contenere duecentocinquanta grammi di cocaina.
Ad accogliere  a Udine il MONTERO, che per non destare sospetto era giunto con una ragazza, vi era SANGIOVANNI Anderson Josè , che aveva fatto l’ordinazione dello stupefacente ed all’uopo aveva predisposto un alloggio dove favorire   l’evacuazione con  latte fresco e  un scolapasta per  recuperare gli ovuli.
Entrambi  sono stati arrestati nella flagranza di reato e successivamente sottoposti dal G.I.P., su richiesta del P.M., alla custodia cautelare in carcere ancora in atto.
Il MONTERO aveva già effettuato sicuramente un viaggio  in precedenza consegnando sempre lo stupefacente al SANGIOVANNI che lo cedeva al TAVAREZ Marte Luis Aneury , F.T. e B.L.  entrambi italiani arrestati  a Udine subito dopo avere ricevuto la cocaina.
Il TAVAREZ , che riforniva la zona di Lignano Sabbiadoro nel periodo estivo,  successivamente forniva  al SANGIOVANNI la cocaina procurata  tramite suoi canali di approvvigionamento .
Nell’ambito di tali viaggi  veniva individuata HERRERA Ari Sleydi che rientrava da Roma il 27.04.2010 con  alcuni ovuli per complessivi grammi cento. La donna veniva arrestata a Barcon di Vedelago(TV). Per tali fatti sono indagati altri due cittadini dominicani.
In tale contesto si accertava che il ricercato in Austria GONZALES GERMAN Cesar Rafael era in procinto di recarsi a Udine per riscuotere un debito non onorato  relativo alla consegna di una partita di cocaina al SANGIOVANNI.. Stante il rischio di azioni violente l’uomo veniva  fatto bloccare  a Klagenfurt (Austria) dalla Polizia e arrestato.
Nel proseguo dell’indagine in data 30.06.2010 in Udine veniva rintracciato LUGO VITELLIO Josè  appena giunto da Madrid , unitamente a L.J.G.G. con in corpo cinquanta ovuli per complessivi cinquecento cinquanta grammi di cocaina destinati a A.S.E.
L’uomo in ospedale tentava in tutti i modi di eludere i controlli medici cercando di fuggire colpendo e ferendo  gli operatori.
Veniva arrestato e le risultanze investigative permettevano al P.M. di richiedere per il LUGO e la donna la misura coercitiva della custodia cautelare in carcere concessa dal G.I.P.e tutt ’ora pendente.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
1.021