Aperitivo a Grado

Udine: settimana verde Legambiente, una vacanza alternativa

facebook

legambienteChi ama trascorrere una piacevole settimana di vacanza “intelligente” può partecipare alla “SETTIMANA VERDE” che si terrà presso la villa nobiliare settecentesca “Villa Giacomelli” di Pradamano (UD), dal 12 al 18 luglio 2015. L’iniziativa è organizzata dal Circolo Legambiente Laura Conti di Udine ed è aperta a tutti (purché maggiorenni) anche provenienti da fuori regione (è possibile anche pernottare) in grado di seguire il programma che non comporta particolari difficoltà.
La “SETTIMANA VERDE” è una vacanza alternativa, tra formazione e divertimento, dove si può essere utili imparando.
L’obiettivo è far conoscere dolcemente come “prendersi cura” del verde a basso impatto, seguendo le buone pratiche che rispettano l’ambiente a prezzi contenuti per favorirne la partecipazione.
Sono previste lezioni teorico/pratiche condotte da esperti, attività manuali e momenti ludici in un ambito piacevole e conviviale, dove i partecipanti sperimenteranno diverse pratiche utili da fare proprie per una vita sana compatibile con la natura.
Una parte delle attività programmate prevede il lavoro dei partecipanti alla gestione del parco della villa in coordinamento con gli esperti giardinieri che terranno lezioni teorico/pratiche in aula e nel parco sulle buone pratiche di cura degli alberi assistendo a dimostrazioni di corrette potature effettuate da agronomi esperti nel “free-climbing” (troppo spesso oggi si osservano alberi capitozzati in modo sconsiderato che deturpano le piante e il verde urbano).
Presso il parco della Villa Giacomelli ha sede l’Associazione degli agricoltori biodinamici del FVG; grazie al presidente dell’Associazione i partecipanti saranno introdotti alle tecniche biodinamiche mostrando loro come si ottengono e si utilizzano i preparati biodinamici, la dinamizzazine, le spruzzature dei preparati, l’allestimento di un cumulo di compostaggio e verranno effettuate visite guidate alle coltivazioni estive biodinamiche.
Verrà anche mostrato come utilizzare gli “induttori di crescita” per le piante e come iniettarli nel terreno, alla base delle radici, per nutrirle e rafforzare la salute degli alberi.
Saranno fornite dimostrazioni su come usare tecniche di diserbo mediante “schiume ecologiche” evitando l’impiego di “diserbanti chimici” fortemente impattanti sul sistema ecologico.
Verranno tratteggiate le tecniche di lotta ecologica agli insetti dannosi mediante i ferormoni per evitare l’uso di insetticidi che impattano sull’ecosistema.
Suggestioni originali saranno offerte da una pittrice che attraverso il colore e le immagini delle sue rappresentazioni svolge il percorso conoscitivo degli alberi raccontandone il carattere e le forme.
Verranno utilizzate “stufe pirolitiche” (*) utilizzando “stufe pirolitiche” per produrre “biochar” (*) con il quale si faranno esperienze di concimazioni biologiche inoculandolo di microorganismi utili alle piante.
(*) La “pirolisi” è una forma di dissociazione molecolare delle biomasse mediante apporto di calore in assenza di ossigeno. Si sviluppa così gas e olii (che vengono incendiati) e residua carbone vegetale (il “biochar”) -invece di cenere come avviene nelle combustioni tradizionali-. Il “biochar” impiegato in agricoltura, rispetto alle culture tradizionali, induce incrementi di crescita dei vegetali mediamente del 20% in modo del tutto ecologico. Questa tecnica comporta anche benefici alla riduzione dell’effetto serra poiché nel “biochar” viene catturata la CO2 equivalente che rimane fissata poi nel terreno per centinai di anni utilizzando il “biochar”.
I partecipanti si diletteranno a preparare pietanze “speciali” utilizzando “cucine pirolitiche” mentre un cuoco insegnerà come realizzare piatti salubri, gustosi, facili e convenienti.
I pranzi conviviali si svolgeranno nel parco: di giorno all’ombra e la sera nella magica atmosfera del bagliore dei fuochi e dall’allegria.
Ci sarà modo di esprimere la propria creatività realizzando un’installazione-bio, utilizzando ramaglie rinvenuti sul posto, la quale rimarrà a corredo del parco a ricordo dell’esperienza trascorsa fino a che il tempo naturalmente la degraderà.
Sarà eseguita un’escursione in uno dei paesaggi più incantevoli e singolari della Regione creati dal fiume Natisone dove si potrà godere delle rinfrescanti acque.
“Forum Iuli” sarà la meta turistica a Cividale del Friuli, le cui bellezze storiche arricchiranno le giornate di permanenza.
Saranno proposte esperienze sensoriali indimenticabili. Lezione d’introduzione alla “contact improvisation” (CI). (Una forma di danza libera dove entra in gioco il “contatto globale” -auditivo, cinetico, percettivo/energetico ed anche affettivo- del danzatore con i suoi partner e con ciò che c’è intorno -il terreno, lo spazio, la forza di gravità, etc.-). Lezione di Yoga nel parco guidati da un maestro. Inoltre una serata con una insegnante che accompagnerà nella disciplina della meditazione per aumentare la consapevolezza sull’ecologia e per favorire la socializzazione.
Infine, per chi lo desidererà, sarà possibile cavalcare al maneggio del parco.

La “SETTIMANA VERDE” è organizzata da Legambiente – “Circolo L. Conti di Udine”-, in collaborazione con l’Associazione Villa Giacomelli 1852-ONLUS, l’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica FVG, Enzo Cattaneo – “EMbio”-, Giorgio Valvason giardiniere esperto. Inoltre partecipano: Alessandro Viginio e Romeo Mascarin -agronomi, Emilio Gottardo -forestale, Anna Sonvilla -pittrice, Fabio Cargnelutti -cuoco, Cristina Sbaiz – insegnante della “Contact Improvisation”.

483