Aperitivo a Grado

Udine: Tarvisio, bloccati 10 afghani su un camioncino

facebook

10.06.11-Immigrati-article-0-0361f13b0000044d-377_468x380  foto archivio – In questo caso l’operazione è frutto di uno sforzo congiunto tra le Polfer di Gemona del Friuli e Tarvisio che, già nelle prime ore della mattinata, venerdì scorso, in zona stazione a Tarvisio, hanno rintracciato e bloccato dieci cittadini extracomunitari di nazionalità afghana, entrati clandestinamente in territorio nazionale.

Nonostante la barriera linguistica e pur potendo contare su pochi elementi ed indizi è stato possibile ricostruire parte del tragitto da essi percorso (Ungheria e Austria), le modalità del loro arrivo qui in Italia (a bordo di camioncino) e scoprire che uno di essi – tra i quali vi era anche un minorenne – aveva già tentato in passato un ingresso in Italia attraverso la frontiera di Bardonecchia, declinando, in tale occasione, dati e generalità diverse rispetto a quelle dichiarate alla Polizia Ferroviaria.

I dieci fermati, dopo essere stati sottoposti alle procedure di identificazione (fotosegnalamento, riscontri AFIS ed EURODAC, ecc.) sono stati tutti denunciati a piede libero per l’ingresso clandestino in Italia (uno di loro anche per aver dichiarato false generalità agli Agenti) e, essendo anche richiedenti asilo politico nella nostra Repubblica, sono stati inviati presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Udine dove, già da oggi, provvederanno a perfezionare le pratiche inerenti la loro condizione.

Per quanto riguarda il clandestino minorenne, invece, giusta la sua età, si è provveduto all’affidamento presso una struttura protetta individuata dal Comune di Tarvisio, in accordo con il Tribunale dei Minori di Trieste.

389