Aperitivo a Grado

Udinese Academy parte con Andrea Magro

facebook

magro1.jpgE’ partita ufficilamente l’avventura di Andrea magro, ex ct della nazionale di scherma e coprotagonsita dell’epopea azzurra del fioretto femminile, all’interno dell’Udinese Calcio. Il ruolo? Creare uno stile “Udinese”dal sito udinese.itÈ stato presentato oggi, dal Direttore Generale Pietro Leonardi, il progetto Udinese Academy, un progetto che la Famiglia Pozzo e la Società bianconera stavano da tempo pianificando.Dopo essere stata infatti da tutti considerata un modello da imitare per l’oculata gestione del parco calciatori, per il lavoro di valorizzazione della rete di osservatori che hanno lo scopo di individuare potenziali nuovi talenti da inserire nel vivaio bianconero, per valorizzarli e costruire una squadra solida e composta da elementi di valore, oggi l’Udinese vuole crescere ancora, vuole essere all’avanguardia cercando di creare un vero e proprio stile di vita Udinese. Il Progetto Udinese Academy vuole infatti accrescere e migliorare il concetto di mentalità sportiva per ottenere un completamento della formazione dei calciatori e per aiutare la costruzione della loro figura professionale. Per fare tutto ciò è necessario avere uno staff di professionisti dedicati al Progetto, che possano curare la formazione e lo sviluppo del giocatore, fin dai primi anni della scuola calcio, non solo dal punto di vista tecnico-tattico, ma anche e soprattutto dal punto di vista socio-culturale, educativo e alimentare. Per questo motivo è nato il progetto Udinese Academy che prevede il coinvolgimento e la partecipazione del Dott. Bernardino Petrucci e del Sig. Andrea Magro, due esperti che metteranno a disposizione della Società bianconera tutta la loro esperienza per gestire al meglio il patrimonio calciatori della Società e per creare dei calciatori professionisti a 360°. Per poter competere ad alti livelli, sia in Italia che all’estero, è necessario infatti essere alla ricerca della perfezione, che si può raggiungere solamente curando e cercando di migliorare ogni minimo dettaglio del profilo dell’atleta, dalla dieta alimentare, alla sua formazione culturale, dal controllo dello sviluppo fisico allo studio delle peculiarità del corpo di ogni atleta. A tutto ciò è da aggiungere un aspetto di fondamentale importanza che va a completare la gestione dell’atleta,la creazione in ogni calciatore di un vero e proprio senso di appartenenza al gruppo Udinese.Le prime basi di questo progetto sono già in corso, a partire dalla gara contro il Cagliari la prima squadra sta svolgendo un ritiro diurno, i giocatori infatti si ritrovano il mattino per la colazione e stanno insieme fino al dopo cena. Questo è solo un punto di partenza, l’obiettivo finale è quello di creare una vera e propria Casa Udinese.  magro2.jpg 

681