Aperitivo a Grado

Udinese – Palermo preview

facebook

ud-palermo.jpg

Tutto è pronto per Udinese Palermo, anticipo delle 20:30 di sabato 8 marzo: fra le file bianconere è emergenza visto l’assenza di lunga data di Mesto che sarà sostituito ancora da Ferronetti. Marca ancora visita Zapata e il suo sostituto Zapotocny. Lukovic è partito e forse sarà della gara. I tre dietro quindi dovrebbero essere Felipe Lukovic e Coda. Isla al posto dello squalificato Dossena .Il Palermo potrebbe aver recuperato in extremis Amauri che dopo una settimana di tira e molla è stato convocato

dal sito: www.udinese.it

Dopo essere ritornata al successo contro l’Atalanta, la squadra di mister Pasquale Marino dovrà confermarsi a Palermo, anche se priva di alcuni elementi importanti: “Lukovic ha iniziato a fare un lavoro specifico, il recupero procede bene, verificheremo sul campo le sue condizioni. In ogni caso partirà con noi, così come Mesto. E’ vero, mancheranno alcuni giocatori, come Dossena, Zapata e Zapotocny, ma non mi piace parlare degli assenti. Ho fiducia nel gruppo e, al di là dei singoli, la squadra dovrà mettere in campo impegno e concentrazione. Le lezioni imparate nelle ultime partite ci devono essere d’aiuto sotto questo punto di vista”.

L’assenza di Amauri nel Palermo, sempre più probabile, non cambia l’approccio alla gara: “E’ un grande giocatore, ma noi non possiamo pensare alle assenze degli altri, con Cavani in campo cambierà poco. Nei tre confronti precedenti il Palermo ha sempre adottato qualche variazione nell’assetto tattico, sappiamo di affrontare una squadra con un organico di assoluto valore. L’Udinese deve saper proporre il proprio gioco, a prescindere dagli interpreti”.

La crescita del gruppo passa anche attraverso la consapevolezza dei propri pregi e difetti: “Per migliorarsi bisogna riconoscere gli errori, impegnarsi singolarmente ma anche come gruppo. Dobbiamo cercare di rimanere sempre compatti, essere coscienti della nostra forza, ma anche dei nostri limiti”.

La salvezza è vicina, ma il pensiero di Marino non cambia di una virgola: “E’ presto per pensare che partite come quella di Palermo possano rivestire un significato che va oltre gli obiettivi che ci siamo posti finora. Soprattutto in questa fase del campionato. Inizialmente confidavamo di poter arrivare alla salvezza senza troppi patemi d’animo, i fatti ci stanno dando ragione. Alll’inizio del girone di ritorno abbiamo raccolto qualche punto in meno del previsto, ma dobbiamo continuare a guardare avanti, non a quello che si è già fatto. In tutti i campionati il ritorno è sempre più difficile: le squadre presentano atteggiamenti tattici diversi, fare punti diventa l’unico obiettivo per tutti. Per questo dico che è importante che l’Udinese torni ad esprimersi sui livelli del girone di andata”.

283