Aperitivo a Grado

Udinese 2 Roma 1

facebook

roma-3

Udinese 2 Roma 1 (20′ 1T Floro Flores 41′ De Rossi 38 2t Floro Flores)
L’Udinese dopo tre sconfitte consecutive affronta mercoledì 28 ottobre il match di campionato con la Roma, a 11 punti come i bianconeri, in un match che deve per forza di cose dare la svolta alla stagione. Domenica a Palermo il ritorno al 433 non ha sortito punti ma ha fatto nuovamente vedere un’Udinese convincente.

Marino non farà grandi cambiamenti rispetto alla partita persa a Palermo: l’unico ingresso sarà probabilmente quello si Floro Flores a sinsitra al posto di Pepe con Di natale centrale, con probabile staffetta nel corso della partita per Di Natale e con lo spostamento di Floro al centro. Infatti domenica prossima l’Udinese dovrà affrontare una trasferta insidiosa a Verona contro il Chievo.

La Roma, reduce da un avvio di campionato difficoltospo si ritrova anche deicmata dagl iinfortuni: out Totti, Riise, Tonetto, Pizarro, Menez e Burdisso. Ranieri dovrà quindi inventarsi una nuova formazione con la difesa che avrà Motta a destra, Mexes e Juan centrali, Cassetti a sinistra. il centrocampo secondo i beninformati sarà sciherato con due mediani e tre tre trequartisti: Brighi e De Rossi faranno schermo davanti alla difesa mentre a sostenere l’uncia punta Vucinic ci sarà il trio Taddei Perrota Guberti.

Quindi per l’Udinese obbligatoria una grande attenzione fra le linee per togliere spazio ai trequartisti di Ranieri. In particolare Basta dovrà vedersela con lo sgusciante Guberti e la coppia centrale dvorà stare particolarmente attenta alle rapide incursioni di Vucinic e Perrotta. Sulla fascia sinistra invece sarà la Roma a dover contenere Pasquale e Asamoah, che al rientro ha già dimostrato dio essere pronto per stupire quanto nello scorso finale di campionato. Quindi Taddei e Motta (ex che l’anno scorso sembrava miracolato all’arrivo nella capitale) dovranno pensare probabilmente più a contenere che a spingere. Anche perchè alto a sinistra ci sarà la prova d’appello per Floro Flores, per il quale Marino ieri ha speso parole d’elogio e di conforto. A centrocampo con il probabile pressing costante di Perrotta su D’Agostino  la Roma cercherà di contenere il regista e il gioco dell’udinese dovrà quidni svilupparsi probabilmente sulle rapide ripartenze che potranno fornire Floro a sinstra e soprattutto Sanchez a destra. Il cileno reduce da una serie di prestazioni positive, e fresco di un importante rinnovo di contratto, deve dare una svolta decisiva alla sua carriera. Ovvero diventare continuo e soprattutto utile quanto bello. Oggi si troverà di fronte Cassetti (ma forse era più comodo il tiolare Riise) ma sarà il Nino maravilla a dover stupire e saltare l’uomo e a offrire a capitan Di Natale i palloni buoni.

241