Aperitivo a Grado

Udinese: se son Flores floriranno

facebook

floro 20Nella settimana della sosta per il doppio impegno della nazionale l’Udinese si è allenata a ranghi ridotti per le numerose convocazioni  in attesa della partita di domenica con l’Atalanta in cui Floro Flores, squalificato, sarà sostituito da Corradinell’amichevole di sabato contro il Rijeka l’Udinese si è imposta per 4-1 grazie alle reti di Corradi(2), Floro Flores e Lodi. Proprio l’avvicendamento previsto per domenica fra i due centravanti è uno dei temi della settimana (e non solo) in casa Udinese.

Dopo la partita di ieri il Mister si è sottoposto a una seduta (nel suo caso forse  peggio del dentista) in sala stampa soffermandosi sul cambiameto di modulo dal 433 al 442: “Non vuol dire che non si possa ricambiare in futuro. Da quando sono qui abbiamo giocato in modi diversi e ci siamo divertiti, l’importante è che vada in campo chi è più in forma e che l’assatto tattico valorizzi le qualità dei singoli. Adesso abbiamo avvicinato maggiormente Di Natale alla porta avversaria per sfruttare al meglio le sue doti di opportunista. Nonostante gli esterni alti manteniamo un buon equilibrio in fase difensiva. Ci deve essere molto sacrificio da parte di tutta la mediana, sia da parte dei centrali che dalle ali”.

Infatti col rientro di Asamoah, che ha disputato uno scampolo della partita contro il Rijeka, come assesterà la squadra l’ottimo tecnico siciliano? Dove si troverà spazio per l’emergente centrocampista africano (che peraltro ricordiamo a gennaio sarà lungamente impegnato in coppa d’Africa)? Con il 442 dove può giocare Asamoah? Oltre che da interno (ma D’Agostino e Inler sembrano intoccabili) può essere impegnato anche da esterno di sinistra? O ci sarà un ritorno al 433 con il sacrificio di un Sanchez che però appare in crescita? In ogni caso prima di vedere Asamoah a pieno servizio passerà ancora qualche domenica.

Appare però difficile pensare di spostare Di Natale da quella posizione in cui sta facendo così bene con nove gol in sette partite, mentre sembra stentare il suo compagno di reparto Floro Flores : “Floro Flores deve ancora crescere e acquisire continuità di rendimento, – ha dichiarato Marino – ma sono sicuro che ce la farà. Ha le qualità per riuscirci. Anche Corradi sta facendo bene, come confermano le due reti di oggi. Ha ancora l’entusiasmo di un ragazzino e man mano che passa il tempo entra sempre più in forma. E’ normale per un giocatore con la sua struttura fisica”.

E proprio Floro Flores in conferenza stampa ha dichiarato che: “Pretendo molto da me stesso perchè qui la gente mi vuole bene ed io desidero ripagarla coi risultati. Il vero Floro Flores si è visto nella gara contro il Catania. Devo riuscire a giocare sempre su quei livelli e sempre per la squadra, così arriverà anche qualche gol in più, ma l’importante è che tutti continuino a far bene come stanno facendo ora. Siamo un gruppo solido e dobbiamo continuare su questa strada. Sicuramente con le buone prestazioni del collettivo anche per me sarà più facile trovare la via della rete”.

ovviamente su Floro Flores incombono l’ombra di Quagliarella ceduto in estate al Napoli, e di Corradi che domenica sostituirà il centravanti napoletano accanto a capitan Di Natale. Ombre che sommate al solo gol realizato fino adesso da Floro Flores ne aumentano probabilmente il nervosisimo (4 ammonizioni in 6 partite sono tantissime).

“E’ qui che voglio dare il massimo perchè a Udine sto benissimo. Ora io e mia moglie vogliamo trasferirci ad abitare in Friuli. Sarò sempre grato a questa società perchè è stata quella che più di tutte ha creduto nelle mie potenzialità. Voglio affermarmi con questa maglia”.

Sperin ben.

corsivi da www.udinese.it

275