UdinEstate sfiora le 30 mila presenze confermando il suo appeal

udinestate totemQuasi 17 mila persone ai concerti in Castello, 4 mila ai tanti eventi proposti in corte Morpurgo, oltre 3.400 per il ricco programma di Ovunqu(è)Estate nei quartieri cittadini, 2.500 ingressi alla prima stagione estiva del teatro Nuovo. Numeri che tracciano un bilancio di tutto rispetto per l’edizione 2017 di UdinEstate, che si avvia a conclusione proprio in questi giorni.

«Udine – sottolinea l’assessore alla Cultura, Federico Pirone – è una città in cui l’associazionismo porta ricchezza e pluralità alla vita della comunità: UdinEstate è un modello, assolutamente non scontato in quanto a partecipazione e coinvolgimento, che l’amministrazione comunale ha promosso e coordinato in questi anni con le realtà del territorio con la convinzione che la dimensione umana ha una valore centrale nella vita della nostro comunità e la cultura ne è un aggregante fondamentale. Per questi tre mesi intensi di attività – dai concerti in castello agli spettacoli musicali e teatrali, alle letture, ai laboratori per i bambini, ai percorsi culturali nei quartieri, alla prima volta del Teatro Giovanni da Udine, scelta fortemente voluta dall’amministrazione – desideriamo ringraziare tutte le realtà e i professionisti che, a vario titolo, hanno reso entusiasmante questa estate in città».

Concerti in Castello. In termini assoluti i numeri più consistenti sono quelli degli eventi musicali ospitati sul piazzale del Castello, che nel corso dell’estate ha proposto le esibizioni di grandi artisti del panorama italiano, da Fiorella Mannoia a Benji e Fede, da Francesco Renga a Lodovica Comello. Nel complesso sono oltre 16 mila 500 le persone che hanno assistito ai concerti sul colle del Castello. Anche quest’anno si è rinnovata la collaborazione di UdinEstate con Folkest e con Udine Jazz, cartellone che ha portato in città artisti del calibro di Toquinho e della Mulatu Astatke Band. Non sono mancati gli appuntamenti anche per i più giovani, ai quali era dedicato “Project X”, grande evento di musica elettronica sperimentale leggera che ha anche reso omaggio all’indimenticato artista friulano Robert Miles.

Corte Morpurgo. Anche quest’anno ha recitato un ruolo da protagonista nell’estate udinese. Nei tre mesi di programmazione corte Morpurgo ha ospitato decine di eventi, soprattutto serali e anche in collaborazione con Udine Jazz, sia per gli adulti sia per i bambini. Complessivamente la sala a cielo aperto di via Savorgnana ha totalizzato circa 4 mila presenze.

Ovunqu(è)Estate. Si conferma tra le iniziative più apprezzate la programmazione di eventi nei quartieri, a partire dalla rassegna estiva di cinema all’aperto CineInCittà, che anche quest’anno ha proposto 9 proiezioni, di cui 3 per bambini, nelle arene del quartiere Aurora, Paparotti e San Pio X. Confermato anche in questa edizione il calendario di iniziative di Campo allargato nell’ex vivaio Giorgini, che ha ospitato un’esposizione e 9 laboratori per bambini. Molto apprezzati anche i quattro spettacoli di Giallo sotto le stelle, a cura di Teatro della Testa. Gran parte della programmazione è stata assorbita dalle iniziative per i più piccoli, con altri 11 appuntamenti tra spettacoli e laboratori creativi. Nel complesso Ovunqu(è)Estate ha realizzato 37 eventi totalizzando 3.407 presenze.

Teatro Nuovo. Buona anche la risposta di pubblico anche per la stagione estiva del Giovanni da Udine, proposta per la prima volta in questa edizione. I 5 spettacoli in programma tra il 13 luglio e il 5 settembre hanno raccolto in tutto 2.459 spettatori. L’evento con più pubblico è stato Colores de Tango, che ha totalizzato 773 paganti, seguito da Controvento (581) e The Real Group (418).

 

#eventi

udinestate totemQuasi 17 mila persone ai concerti in Castello, 4 mila ai tanti eventi proposti in corte Morpurgo, oltre 3.400 per il ricco programma di Ovunqu(è)Estate nei quartieri cittadini, 2.500 ingressi alla prima stagione estiva del teatro Nuovo. Numeri che tracciano un bilancio di tutto rispetto per l’edizione 2017 di UdinEstate, che si avvia a conclusione proprio in questi giorni.

«Udine – sottolinea l’assessore alla Cultura, Federico Pirone – è una città in cui l’associazionismo porta ricchezza e pluralità alla vita della comunità: UdinEstate è un modello, assolutamente non scontato in quanto a partecipazione e coinvolgimento, che l’amministrazione comunale ha promosso e coordinato in questi anni con le realtà del territorio con la convinzione che la dimensione umana ha una valore centrale nella vita della nostro comunità e la cultura ne è un aggregante fondamentale. Per questi tre mesi intensi di attività – dai concerti in castello agli spettacoli musicali e teatrali, alle letture, ai laboratori per i bambini, ai percorsi culturali nei quartieri, alla prima volta del Teatro Giovanni da Udine, scelta fortemente voluta dall’amministrazione – desideriamo ringraziare tutte le realtà e i professionisti che, a vario titolo, hanno reso entusiasmante questa estate in città».

Concerti in Castello. In termini assoluti i numeri più consistenti sono quelli degli eventi musicali ospitati sul piazzale del Castello, che nel corso dell’estate ha proposto le esibizioni di grandi artisti del panorama italiano, da Fiorella Mannoia a Benji e Fede, da Francesco Renga a Lodovica Comello. Nel complesso sono oltre 16 mila 500 le persone che hanno assistito ai concerti sul colle del Castello. Anche quest’anno si è rinnovata la collaborazione di UdinEstate con Folkest e con Udine Jazz, cartellone che ha portato in città artisti del calibro di Toquinho e della Mulatu Astatke Band. Non sono mancati gli appuntamenti anche per i più giovani, ai quali era dedicato “Project X”, grande evento di musica elettronica sperimentale leggera che ha anche reso omaggio all’indimenticato artista friulano Robert Miles.

Corte Morpurgo. Anche quest’anno ha recitato un ruolo da protagonista nell’estate udinese. Nei tre mesi di programmazione corte Morpurgo ha ospitato decine di eventi, soprattutto serali e anche in collaborazione con Udine Jazz, sia per gli adulti sia per i bambini. Complessivamente la sala a cielo aperto di via Savorgnana ha totalizzato circa 4 mila presenze.

Ovunqu(è)Estate. Si conferma tra le iniziative più apprezzate la programmazione di eventi nei quartieri, a partire dalla rassegna estiva di cinema all’aperto CineInCittà, che anche quest’anno ha proposto 9 proiezioni, di cui 3 per bambini, nelle arene del quartiere Aurora, Paparotti e San Pio X. Confermato anche in questa edizione il calendario di iniziative di Campo allargato nell’ex vivaio Giorgini, che ha ospitato un’esposizione e 9 laboratori per bambini. Molto apprezzati anche i quattro spettacoli di Giallo sotto le stelle, a cura di Teatro della Testa. Gran parte della programmazione è stata assorbita dalle iniziative per i più piccoli, con altri 11 appuntamenti tra spettacoli e laboratori creativi. Nel complesso Ovunqu(è)Estate ha realizzato 37 eventi totalizzando 3.407 presenze.

Teatro Nuovo. Buona anche la risposta di pubblico anche per la stagione estiva del Giovanni da Udine, proposta per la prima volta in questa edizione. I 5 spettacoli in programma tra il 13 luglio e il 5 settembre hanno raccolto in tutto 2.459 spettatori. L’evento con più pubblico è stato Colores de Tango, che ha totalizzato 773 paganti, seguito da Controvento (581) e The Real Group (418).

 

#eventi

Powered by WPeMatico

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
126