Aperitivo a Grado

Udine:WiFi gratuito in Piazza Libertà

facebook

wifiQuasi 1800 ore di connessione, con oltre 350 utenti che si sono registrati da gennaio al 31 maggio. A Udine è wi-fi mania. Dopo l’inaugurazione della connessione internet gratuita che il Comune di Udine ha voluto nella ristrutturata piazza XX Settembre, arriva ora in città la seconda piazza interamente wi-fi free.
Grazie al progetto “Sveglia Italia!”, infatti, la rivista di tecnologia e innovazione Wired Italia, insieme con Unidata, Green Geek, Free Italia Wi-fi e Comune di Udine, porterà la connessione internet gratuita anche nel capoluogo friulano, insieme con altre 150 piazze italiane.
“Il progetto si chiama Sveglia Italia – dichiara l’assessore all’Innovazione ed E-government, Paolo Coppola –, ma Udine in questo settore è già sveglissima. Oltre che il wi-fi gratuito – chiarisce –, tra poco potremo avere anche la fibra ottica in tutta la città. È partito infatti il bando per la realizzazione della rete metropolitana in fibra ottiche che trasformerà Udine nel primo capoluogo d’Italia completamente cablato”.
A connettere alla rete anche piazza Libertà, come anticipato, è la rivista Wired Italia, in collaborazione con Unidata, nell’ambito del progetto che porterà il wi-fi gratuito in 150 piazze di altrettanti comuni di tutte le 20 regioni italiane, proprio nell’anno in cui si celebrano i 150 anni dell’Unità d’Italia. La carovana di “Sveglia Italia”, che dal 3 giugno sta girando la penisola con una tappa in ogni regione e che è approdata anche a Udine, è composta Micaela Calabresi, pubblicitaria e traduttrice, da Rafael Meira Maniglia, videomaker brasiliano, e da Margot, simpatico cane che accompagna i due naviganti e che, spiegano da Wired “è alta quanto le antenne wi-fi che stiamo seminando per il Paese”.
Grande la soddisfazione anche del sindaco Furio Honsell. “Siamo molto orgogliosi – dichiara –  che Udine sia l’unico comune in regione selezionato per questa iniziativa. Questo progetto, inoltre, si inserisce tra i tanti che stiamo realizzando per potenziare i servizi tecnologici in città. Progetti – conclude – che stanno trasformando Udine in città innovativa e sempre al passo con i tempi”.
Durante questo viaggio tecnologico e sentimentale (“perché – assicurano – l’iniziativa di Wired è partita anche dal cuore, dalla passione per la tecnologia e dalla voglia di rendere la Rete una risorsa libera a tutti”) i tre inviati incontreranno i sindaci che si sono aggiudicati il wireless in una piazza della propria città. Così come in piazza Libertà a Udine, infatti, verrà installato il segnale a cui i cittadini potranno collegarsi gratuitamente per navigare. La navigazione non sarà limitata al comune di appartenenza, ma a tutti quelli che hanno aderito all’iniziativa. “Questo vuol dire – spiegano i responsabili del progetto – che una volta loggato nel mio comune, potrò farlo con gli stessi username e password negli altri 149 che si sono aggiudicati l’hot spot Wired”.
Partner dell’iniziativa saranno Unidata, che fornirà access point e sistema di gestione,
Green Geek, il movimento per la diffusione del Wi-Fi libero per lo sviluppo di contenuti e servizi e
Free Italia WiFi, la rete nazionale per il wi-fi pubblico gratuito promossa dalla provincia di Roma.
Sponsor dell’iniziativa è Peugeot, che metterà a disposizione dello staff di Wired una Peugeot 3008 naturalmente dotata di connessione Wi-Fi.

Come funzionerà il wi-fi in piazza Libertà?
Esattamente come già accade in piazza XX Settembre (dove però è operativo un sistema diverso), chi vorrà collegarsi alla rete internet gratuita in piazza Libertà dovrà registrarsi al gestore con una semplice e veloce operazione. Una volta effettuato il login la connessione sarà libera fino ad un massimo di due ore al giorno (in piazza XX Settembre, invece, la connessione è illimitata). Il servizio offerto da Wired sarà operativo fino al 31 dicembre, anche se il Comune di Udine sta già pensando di prolungare la connessione gratuita anche per il futuro.

Wired
Wired è una rivista mensile statunitense con sede a San Francisco in California dal marzo 1993, e di proprietà di Condé Nast Publications. Dal 2008 agli inizi di quest’anno ha ospitato mensilmente la rubrica “Matepratica” curata dal sindaco di Udine, Furio Honsell.
Nota come “La Bibbia di Internet”, Wired è stata fondata dal giornalista Louis Rossetto e da Nicholas Negroponte, ed è diretta da Chris Anderson. La linea editoriale di Wired è stata originariamente ispirata dalle idee del teorico dei media canadese Marshall McLuhan. La rivista tratta tematiche di carattere tecnologico e di come queste influenzino la cultura, l’economia, la politica e la vita quotidiana.
Le versioni internazionali della rivista sono Wired UK e, dal febbraio 2009, Wired Italia, fruibili anche in versione on line all’interno dei rispettivi siti web.

348