Aperitivo a Grado

Un convegno in memoria del professor Marzio Strassoldo. Sabato 25 febbraio

marzio_strassoldo2
“La Provincia di Udine ricorderà il professor Marzio Strassoldo con un convegno sui temi per i quali si è battuto nei diversi ruoli ricoperti all’interno della nostra comunità: l’autonomia del Friuli, l’importanza dell’identità, il valore della lingua friulana”. Lo ha annunciato il presidente Pietro Fontanini a margine della messa di suffragio che è stata celebrata questa mattina per commemorare Strassoldo, ex rettore dell’ateneo friulano e presidente della Provincia di Udine. “Da Tiziano Tessitori a Marzio Strassoldo: prospettive dell’autonomia del Friuli”, il titolo dell’incontro che si terrà sabato 25 febbraio a partire dalle 10 nel salone del consiglio provinciale. Interverranno: il presidente della Società Filologica Friulana Federico Vicario, lo storico dell’autonomismo Gianfranco Ellero, il professor Andrea Zannini (Direttore del dipartimento di studi umanistici e del patrimonio culturale dell’Università di Udine), il professor Raimondo Strassoldo, William Cisilino direttore dell’Arlef e il professor Guglielmo Cevolin. “Un momento di ricordo doveroso per Strassoldo, storico esponente dell’autonomismo friulano – ha aggiunto Fontanini -; un uomo coerente che da Rettore prima, presidente della Provincia di Udine poi e, quindi, da esponente di un movimento politico, ha sempre lottato per la crescita del Friuli, per difenderlo e valorizzarlo rispetto a Trieste. Si è battuto per l’unità del Friuli, è stato testimone della sua valenza, si è impegnato in questo sostenendo con convinzione le ragioni dei promotori del referendum consultivo per istituire due aree amministrative autonome per il Friuli e per Trieste, in coerenza con la storia e l’identità delle due rispettive zone che costituiscono la regione Fvg”. Esponente di una famiglia nobile, è sempre stato vicino al popolo friulano, vicino alla gente affinché venisse dato il giusto riconoscimento alla storia, alla cultura, alle tradizioni, all’identità del Friuli partendo dalla sua lingua.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
1.035