Aperitivo a Grado

Un friulano sul treno della strage in Russia

facebook

di Anna Buttazzoni

UDINE. Il treno che deraglia e un ultimo pensiero, i nipotini. Poi, il buio. Armando Noacco era sul treno veloce Nievski Express Mosca-San Pietroburgo squarciato da una bomba. Dall’ospedale a Novgorod, l’imprenditore friulano racconta al telefono i fotogrammi vissuti dal primo vagone del treno. «Mi sono risvegliato al freddo, tra i grovigli delle lamiere e i gemiti di chi mi stava intorno».

Noacco, 56 anni, padre di due figlie, imprenditore nel settore dell’esportazione di mobili e cucine, è l’unico superstite della prima …

158