Aperitivo a Grado

Una Serata Tranquilla. Il cortometraggio horror girato a Talmassons

facebook

“La serenità di una tranquilla serata trascorsa fra le mura domestiche, passata a leggere un libro o ad ascoltare musica viene improvvisamente violata dall’intrusione di uno sconosciuto con intenzioni certamente poco amichevoli.”

Uno scenario poco rassicurante che, oltre essere spesso al centro del cronache fino ad essere tema di dibattito politico, è allo stesso tempo una situazione ricorrente del cinema horror. Viene infatti identificato come “home invasion” il sottogenere che vede al centro dell’attenzione storie di questo tipo. La Deep Mind Film Factory, neonata casa di produzione specializzata in cinema horror e videoclip musicali che opera a Udine, ha realizzato un nuovo cortometraggio partendo proprio da questo. Dopo aver realizzato due opere horror di stampo più classico “Io non le credo” e “Quelle ragazze”, questa volta è toccato al genere nel quale si sono cimentati anche  registi del calibro di Polanski, e che hanno fatto le fortune, specie ad inizio carriera di Carpenter e Craven (Halloween e L’ultima casa a sinistra, per citare due titoli molto significativi). You’re Next”, “La Notte del Giudizio”, proseguono al giorno d’oggi il filone, confermandosi spesso grossi successi anche al botteghino. Il corto del giovane regista udinese dal titolo “Una Serata Tranquilla” vede come protagoniste due sorelle (interpretate da Monica Sebastianutti e Karina Stanciu) che si ritroveranno assediate da un misterioso uomo incappucciato in possesso delle chiavi di casa (interpretato da John Frederick Vaccaro e doppiato da Andrea Penzo). Senza voler svelare troppo e non perderci la classica sorpresa finale, possiamo dire che, in un crescendo emotivo avvalorato da un’eccellente montaggio, scopriremo assieme alle malcapitate protagoniste quali sono le intenzioni del loro ospite indesiderato, non esattamente il classico topo d’appartamento. Secondo le intenzioni dell’autore, c’è  proprio il desiderio di raccontare “un incubo che dura una notte, ma si ricorda per sempre”. Realizzato in due intense notti di ripresa in quel di Talmassons, in provincia di Udine e prodotto da Fabio Bertossi e Mariacristina Barbetti, il cortometraggio è stato scritto, diretto e montato da Luca Bertossi, il cast tecnico è composto da Massimo Bocus (fotografia), Luca Buosiin collaborazione con Lorenzo Di Marcantonio (colonne sonore), Diego Cancian al mixing audio, AlessandroMolinaro e Gian Pietro Nadalutti della Back Film Production (aiuto regia), Luca Zuccolo (operatore di camera), Fabio Bertossi (fonico sul set), Mariacristina Barbetti (trucco, location e catering), Josè fogliarini (assistente fotografia) e Betty Maier ed Emiliano Grisostolo (revisione sceneggiatura e montaggio).

5.852