Aperitivo a Grado

Vasco in videochat il 4 giugno 2011

vascorossiIl popolo del Blasco potrà avere un incontro molto più ravvicinato del solito con il rocker modenese sabato 4 giugno grazie all’iniziativa di rai.it che metterà a disposizione una videochat per parlare per qualche istante con il leggendario Vasco Rossi. L’appuntamento è fissato per le 19 di sabato 4 giugno sul sito della Rai. Inutile dire che le richieste saranno moltisisme e che quindi non sarà facile riuscire a comunicare con Vasco.

Vasco parte con il suo tour e lo fa da Ancona il 5 giugno. Proprio da qui sabato sera il cantante di Zocca sarà ospite di Tg1online e risponderà ai microfoni di Vincenzo Mollica a tutte le vostre domande. L’11 giugno il cantante sarà all’Heineken Jammin’ Festival a Mestre, il 16, 17, 21 e 22 giugno a Milano, stadio San Siro, già sold out le 4 date. Il tour prosegue quindi per Messina, stadio S. Filippo(annullato per inagibilità dello stadio), il 26 giugno e per Roma, stadio Olimpico, per due date sold out, nei giorni 1 e 2 luglio, per toccare poi il 3 e 4 settembre lo Stadio Olimpico di Torino.

DISCO DI DIAMANTE. “Vivere o Niente”, l’album di Vasco pubblicato il 29 marzo, domina da settimane le classifiche dei dischi più venduti, ed è stato certificato ufficialmente “disco di diamante” al 15 maggio, con 300.000 copie vendute in un mese e mezzo. “Vivere o niente” è un album profondo, filosofico. Arriva perfino a tratteggiare il “Manifesto futurista della nuova umanità”. Da cantautore esperto, premette che il manifesto è “un gioco ironico”, ma poi spiega nei dettagli chi è per lui l'”uomo nuovo di oggi, che non crede più alle verità eterne perché la scienza ci ha dimostrato che tutto evolve e che sono verità fino a prova contraria”. Questa consapevolezza, per lui, “è lo strumento più adatto ad affrontare il mondo di oggi”.

IL RAPPORTO CON LA FEDE. Fatto salvo il “rispetto per chi ha fede”, Vasco pensa che “è una grande illusione che esista un creatore e che la vita sia un dono, mentre la natura nasce da sola e la scienza – nuova religione – ci dice che la vita non è un dono ma un caso”. Attenzione però, questo non significa, avverte il titolo dell’album, che la vita vada presa alla leggera, anzi, la mancanza di fede determina il fatto che “l’uomo si prende le sue responsabilità”, conscio che “è lui il vero miracolo della natura”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
207