Aperitivo a Grado

Velma il film del regista friulano Piero Tomaselli

facebook

velma
Anteprima italiana al Trieste Film festival per Velma, il film girato a Marano Lagunare da Piero Tomaselli, regista friulano alla sua seconda opera dietro la macchina da presa. Il lungometraggio sarà proiettato in concorso per la sezione Zone di cinema, sabato 23 gennaio, al Cinema Ariston di Trieste, alle ore 17.00. Il Premio Zone di Cinema sarà assegnato all’opera ritenuta migliore dal giudizio del pubblico.

Trentacinque anni, nato a Cervignano e attualmente impegnato per il suo lavoro nel cinema a Roma, Piero Tomaselli è già autore del mediometraggio Lintver, dell’ironica docu-fiction Simone Lecca e di alcuni soggetti e sceneggiature. Velma è la sua seconda opera di racconto che testimonia di un interesse per storie che hanno un legame molto forte con luoghi e ambienti naturali. Per Lintver quei set erano le Valli del Natisone, per rimandare a quell’ immaginario che le vuole popolate da streghe e benandanti, mentre per Velma la scelta è caduta sulla laguna di Marano, i suoi casoni, le spiaggie e le oasi avifaunistiche, chiamati a fare da scenario, sospeso e magico, ad una delicata storia di amore filiale che si interroga sui temi del “fine vita”. Al centro del film, c’è infatti la storia del “Capitano”, un pescatore dal controverso passato e dal carattere molto schivo, che vive solo in uno sperduto casotto della laguna di Marano, dove si è volontariamente isolato da molti anni. Suoi unici contatti con la piccola comunità lagunare e fra i pescatori, sono un ragazzo, Manuel, da tutti considerato un po’ tocco, che gli fa visita di frequente a bordo della sua battella, e un carabiniere dai modi un po’ eccentrici, Giona, che per qualche motivo si è affezionato al marinaio. Il misterioso ritrovamento da parte del Capitano di una bambina (Velma) impigliata in una rete sul bagnasciuga di una spiaggia e il rapporto che da quel momento si viene ad instaurare tra i due è destinato a cambiare completamente la vita del pescatore…

Velma nasce da un soggetto dello stesso Tomaselli ed è scritto e recitato interamente in dialetto maranese, grazie alla consulenza culturale e linguistica di Bruno “Doria” Rossetto, con la collaborazione alla sceneggiatura di Giorgio Monte e Manuel Buttus, che del film sono gli interpreti protagonisti.
Per la prima volta sullo schermo, una giovane esordiente di dodici anni, Camilla Zanoner, nella parte di Velma. Il cast è arricchito dalla straordinaria partecipazione dell’attore Gianmarco Tognazzi, che ha prestato amichevolmente la sua collaborazione a questo film nato nell’ambito del giovane cinema indipendente italiano.

Interamente girato nella nostra Regione Velma è un esempio virtuoso di produzione made in Friuli indipendente. Riunisce infatti nella produzione Prospettiva T, associazione per la musica e la prosa friulana, per la prima volta impegnata in una produzione cinematografica, con un proprio investimento di risorse finanziarie e con l’impegno degli attori del teatrino del Rifo – Giorgio Monte e Manuel Buttus. A Prospettiva T si sono affiancati, inoltre, Marco Mauri, come produttore associato, e la Act Multimedia di Cinecittà, società che opera nel campo della formazione, della produzione e distribuzione “educational” nel settore cinematografico ed audiovisivo a cui fa capo un presidente autorevole come Vittorio Giacci, critico cinematografico, regista, sceneggiatore, esperto di mass-media e restauro. Prospettiva T ha inoltre saputo coagulare attorno al film una serie di sostegni e collaborazioni istituzionali del territorio, dalla Fondazione CRUP, alla Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Udine, ai Comuni di Cervignano del Friuli e Marano Lagunare e CrediFriuli.

Il film è stato girato in digitale ad alta definizione con ottiche cinematografiche e sul set ha lavorato una troupe tecnica di giovani professionisti italiani e friulani, da Alberto Marchiori (direttore della fotografia), a Giacomo Avanza e Fabio Ancillai (fonici), insieme a Katia Bonaventura (scenografa e fotografa di scena) e Filippo Meneghetti (aiuto regia), Giulio Reale (produttore esecutivo), Lara Calligaro (organizzatore generale), Manuel Zani (capo elettricisti), Alessandro Romano, Debora Vrizzi, Federico Spiazzi, Ivan Carini e Marco Iacobelli . La colonna sonora originale è stata realizzata da due noti musicisti friulani come Andrea Fontana e Gianluca Ballarin.

E sono mesi, questi, di importanti riconoscimenti per il film indipendente “made in Friuli” di Tomaselli, che sta passando il vaglio delle selezioni ai principali festival italiani e internazionali con i primi riscontri positivi. La proiezione al Trieste Film Festival segue di qualche mese la prima europea dello scorso settembre ad Annecy, in Francia, dove il film è stato presentato in concorso alla ventisettesima edizione di Annecy Cinema Italién, il primo e più autorevole festival dedicato al cinema italiano.
Ed è sempre di questi giorni la notizia dell’invito ricevuto da altri due festival, uno europeo, l’altro statunitense. Velma infatti sarà ospite il prossimo 26 gennaio al Solothurn Festival in Svizzera, un festival vetrina della migliore produzione svizzera e dei paesi europei limitrofi, mentre a marzo la pellicola raggiungerà la baia di San Francisco per prendere parte al Tiburon International Festival, festival per le produzioni cinematografiche indipendente di tutto il mondo.

Velma
un film di Piero Tomaselli

con Giorgio Monte (Il Capitano), Manuel Buttus (Manuel), Camilla Zanoner (Velma)
e con la partecipazione di Gianmarco Tognazzi (Giona)

fotografia Alberto Marchiori
montaggio Gianmaria “Giambo” Scibilia
musiche originali Gianluca Ballarin e Andrea Fontana

soggetto e sceneggiatura Piero Tomaselli
sceneggiatura in collaborazione con Giorgio Monte e Manuel Buttus
consulente culturale e curatore dialoghi Bruno “Doria” Rossetto

una produzione ACT Multimedia (Cinecittà)/Prospettiva T – teatrino del Rifo
realizzata con il sostegno e la collaborazione di Regione Friuli Venezia Giulia/Fondazione CRUP/ Provincia di Udine/Comune di Cervignano/Comune di Marano Lagunare/CrediFriuli

746