Aperitivo a Grado

FOTO: Udinese 4 – Catania 2: Di Natale ne fa 3

facebook

E ci sono voluti quattro attaccanti in campo per ribaltare la partita con il Catania che si era portato due volte in vantaggio: ancora una volta monumentale capitan Di Natale che realizza tre reti (uno su rigore) e guida così la classifica marcatori con 6 reti in tre partite

LE FOTO NEL POMERIGGIO





















Marino dopo l’allenamento a porte chiuse di sabato sceglie Zapata sulla destra con Coda e Felipe centrali e la novità Domizzi sulla sinsitra, avanzando Isla in mediana insieme a D’agostino a Sammarco, mentre davanti Sanchez parte titolae al fianco di Floro Flores e Di natale.  L’udinese però va sotto quasi subito: al 10° del primo tempo é Morimoto a portare in vantaggio i rossoazzurri con un tiro deviato da Domizzi. L’Udinese, pur confusionaria riesce a sfiorare il pareggio in più occasioni offrendo però anche il fianco al Catania. Al 30° è Floro Flores a pareggiare i conti ma solo 4 miunti dopo il Catania si porta in vantaggio pe run ingenuità di Handanovic che costringe Felipe a stendere Mascara che trasforma anche la massima punizione.

Nella ripresa Marino rientra con Pepe al posto di Sammarco e Lukovic al posto di Felipe. L’Udinese assume quindi un 442 con i ruoil di ali coperti da due attacanti come Sanche z e Pepe. L’Udinese sfiora ripetutamente il pareggio ma incredibilmente il gol viene per opera di Di Natale che realizza di testa su calcio d’angolo. L’attacco dell’Udinese è tambureggiante e il putno del vantaggio è nell’aria. E’ Floro Flores a procurarsi il rigore (quantomeno dubbio) che Di Natale trasforma al 24° della ripresa.  E’  proprio Floro Flores a lasciareil campo al 30°, anche in seguito a un brutto colpo qualche minuto prima, all’esordiente Lodi che all’81° offre a Di Natale la palla del 4-2 che il capitano bianconero trasforma per la sua tripletta personale.

L’Udinese si assesta a metà classifica a 4 punti prima di un cilco terribile che partiùà domenica con la trasferta al San Paolo di Napoli, poi doppia partita in casa con Milan (infrasettimanale) e Genoa e infine Inter a Milano.  Dopo tre partite l’Udinese ha il miglior attacco con sette reti e la peggior difesa (assieme alla Roma) sempre con sette reti. In attesa del rientro di Asamoah e di Inler a centrocampo,  forse bisognerà torvare qualche sistema per contenere gli attacchi avversari, oltre che evitare di regalare occasioni su errori personali.

211