«Autoerotismo davanti ai collaboratori»: giudice prima assolto e poi condannato

UDINE (11 dicembre) – Avrebbe compiuto atti di autoerotismo davanti a suoi collaboratori; per questo un magistrato è stato condannato dalla sezione disciplinare del Csm alla sanzione della censura, Si tratta del giudice del tribunale di Venezia Alberto Scaramuzza,

Fonte: http://www.gazzettino.it/

Lascia un commento

1.000