FEFF22

25 aprile, Balloch: “un futuro migliore anche questa volta arriverà”

25 Aprile: le parole di Stefano Balloch, Sindaco di Cividale del Friuli “un futuro migliore anche questa volta arriverà. Riconquisteremo la Libertà e ci renderemo conto di quanto è preziosa come già avvenne tanti anni fa. Pur provati e esausti, ne usciremo più forti, solidali e rispettosi gli uni con gli altri”

L’emergenza sanitaria in atto impone l’osservanza di misure restrittive disposte a livello nazionale al fine del contenimento della diffusione pandemica da COVID-19.

Con particolare riferimento al divieto assoluto di assembramento, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha fornito indicazioni, condivise con l’Ufficio del Cerimoniale di Stato, circa le modalità di svolgimento degli eventi celebrativi in occasione del 75° Anniversario della Festa della Liberazione.

Nell’osservanza di tali indicazioni, l’Amministrazione Comunale – in collaborazione con la locale Sezione dell’A.N.P.I. il cui presidente Signor Elio Nadalutti ha deposto un omaggio floreale – ha voluto ricordare attraverso il semplice gesto della deposizione di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti per la Resistenza gli uomini e le donne della Resistenza e della Guerra di Liberazione che per l’affermazione dei fondamentali principi di Pace, Libertà e Democrazia, che sono alla base della Costituzione della Repubblica, hanno sacrificato la propria giovinezza e la propria vita.

Una cerimonia in forma assolutamente contenuta, ma idealmente estesa a quanti ogni anno hanno voluto testimoniare con la loro presenza l’importanza e la condivisione di questa importante commemorazione: Autorità religiose, civili e militari, Forze dell’Ordine, colleghi Sindaci, rappresentanti dell’ANPI Provinciale, Associazioni combattentistiche e d’arma, Associazioni culturali e di volontariato, rappresentanti degli Istituti scolastici, dell’Assemblea Civica, cittadini.

Il significativo rituale dell’Alzabandiera, affidato agli Alpini della locale Sezione A.N.A., assume un carattere particolare in un momento in cui il Paese intero è impegnato in una battaglia insidiosa e ardua, che non ha esistato – alla stregua di una guerra – di mietere le sue vittime.

Il tricolore vuole rappresentare oggi più che mai un simbolo di unità e di condivisione.
W L’ITALIA W CIVIDALE DEL FRIULI

374