250mila euro a Enti e Comuni per iniziative plastic-free

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale alla Difesa dell’ambiente, ha approvato in via preliminare il regolamento per la concessione di contributi per iniziative finalizzate alla riduzione della produzione dei rifiuti in plastica.

Beneficiari sono i Comuni e gli Enti pubblici del territorio che intendono avviare progetti plastic-free, tesi cioè a diminuire la produzione di rifiuti in plastica monouso e oxo-degradabile o favoriscano la diffusione di comportamenti virtuosi e buone pratiche. L’Amministrazione regionale finanzierà in particolare l’attività di divulgazione ed eventi informativi, l’acquisto e l’installazione di erogatori di acqua per uffici e di casette dell’acqua, la distribuzione di borracce o prodotti simili.

Come riferito dall’assessore alla Difesa dell’ambiente, per le attività previste dal regolamento la Regione stanzierà in assestamento 250 mila euro, ripristinando così l’iniziale dotazione finanziaria prevista reindirizzata nei mesi scorsi sui provvedimenti urgenti legati all’emergenza sanitaria.

Le disposizioni regolamentari prevedono la concessione di contributi pari al 70% della spesa sostenuta, fino a 7.000 euro ai Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti e agli Enti pubblici. Per i Comuni con popolazione inferiore ai 15 mila abitanti si prevede un sostegno pari al 60% della spesa (fino a 10 mila euro), mentre per quelli con popolazione superiore ai 15 mila abitanti, la copertura è pari al 50% della spesa per una cifra massima di 25 mila euro.

Le domande di contributo potranno essere presentate dal primo gennaio al primo giugno di ogni anno, utilizzando il modello e le indicazioni che saranno disponibili sul sito istituzionale della Regione.

Sul regolamento in una delle prossime sedute dovrà ora esprimersi il Consiglio delle Autonomie locali

380