Un centro storico di richiamo internazionale, ma anche un grande centro commerciale, forse il più grande della regione, da visitare comodamente grazie a una dotazione di 10 mila posti auto gratuiti. È questo il biglietto da visita che la città di Udine si appresta a giocare per promuovere e sostenere i suoi esercizi commerciali e il centro storico in occasione della Pentecoste e delle Giornate del Tiepolo. Domenica 31 maggio i 4 mila posti a raso con strisce blu (che si aggiungono ai 6 mila stalli con strisce bianche) e i parcheggi Moretti e Venerio saranno gratuiti. Nella stessa giornata dalle ore 15 alle 21 sarà disponibile gratuitamente anche il park Magrini, che continuerà la sperimentazione delle aperture serali del sabato (a pagamento fino alle ore 21, gratuitamente fino alla chiusura, all’una).

L’iniziativa è nata dalla collaborazione sinergica tra Amministrazione comunale, Ssm e Confcommercio, con la quale il Comune ha istituito un tavolo permanente. “Abbiamo voluto dare un segnale, ma anche garantire un supporto tangibile ai commercianti in un periodo non facile per il settore e per l’economia in generale – spiega il vicesindaco e assessore alle attività produttive Vincenzo Martines –. Siamo convinti che facendo sinergia Udine possa rilanciare il suo ruolo emporiale, commerciale e turistico. Questa iniziativa, calata in un contesto che offre un grande contenitore culturale come le Giornate del Tiepolo, è infatti anche un’opportunità per dimostrare la vocazione turistica della città”.

“Dobbiamo ringraziare anche l’Ssm per la disponibilità dimostrata – afferma l’assessore alla Mobilità Enrico Pizza –. Con questa iniziativa possiamo trasformare il centro cittadino nel più grande centro commerciale del Friuli. Ci auguriamo che questa sperimentazione raggiunga il risultato di fare da volano all’offerta commerciale e turistica della città, tramite una gestione della sosta e mobilità attenta e in grado di creare un confronto costruttivo con le categorie lungo tutto l’arco dell’anno”.

Un’apertura che piace in primis ai commercianti. “È un’iniziativa che ci soddisfa e che è conseguenza del dialogo con l’amministrazione comunale – sottolinea il presidente del mandamento udinese della Confcommercio Pietro Cosatti –. L’apertura gratuita al pomeriggio del Magrini è mirata a rispondere alle esigenze dei consumatori che scelgono preferibilmente quelle ore per gli acquisti. L’auspicio è di un afflusso importante a Udine per l’abbinata shopping-arte”. L’Ssm sottolinea invece l’apporto fornito dai parcheggi in struttura. “Sistema Sosta e Mobilità – sottolinea il presidente dell’Ssm Giovanni Paolo Businello – ritiene che i parcheggi in struttura costituiscano una preziosa risorsa per la città e che ne vada potenziato l’utilizzo anche al di fuori delle cosiddette ore di punta”.

facebook
673