860 studenti delle superiori ai campus di orientamento e formazione dell’Ateneo

1

Sono oltre 860 gli studenti dell’ultimo biennio di 38 scuole superiori del Friuli Venezia Giulia e della provincia di Treviso iscritti alle 34 iniziative di orientamento formativo e alternanza scuola-lavoro organizzate dall’Università di Udine tra giugno a settembre. Si tratta di 17 “Campus di alternanza scuola lavoro” (con circa 300 iscritti), caratterizzati dall’apprendimento laboratoriale e da tirocini formativi, e 17 “Moduli formativi dalla scuola all’università” (con oltre 560 iscritti), dedicati all’approccio con la didattica universitaria. Le attività, gratuite e realizzate in collaborazione con le scuole, coprono l’intero panorama delle aree formative dell’ateneo. I Moduli durano 30 ore, mentre i Campus variano da 35 a 100 ore. Entrambe le esperienze sono progettate e realizzate con l’obiettivo di far acquisire agli studenti elementi utili per una scelta consapevole del futuro percorso universitario. Frequentandole, i ragazzi potranno inoltre guadagnare ore di alternanza scuola lavoro e, con i moduli, acquisire crediti formativi spendibili al momento dell’iscrizione all’Ateneo friulano.

Grazie a Campus e Moduli i ragazzi potranno vivere l’università a 360 gradi: entrare nei laboratori, conoscere le diverse discipline insegnate, capire come funziona la didattica universitaria, imparare il funzionamento delle biblioteche, collaborare con il personale universitario, esplorare le varie sedi dell’Ateneo a Udine, Pordenone e Gorizia.

L’organizzazione e lo svolgimento dei percorsi coinvolge un centinaio di docenti – più di 80 dell’università e una ventina delle scuole superiori –, oltre al personale amministrativo, delle biblioteche, dei laboratori e dell’area studenti.

Il progetto “Campus di alternanza scuola-lavoro” è alla seconda edizione, mentre i “Moduli formativi”, sono al quarto anno di attività e sono promossi in collaborazione dagli atenei di Udine e di Trieste e dall’Ufficio scolastico regionale.

«Questo progetto di orientamento formativo e di alternanza – spiega Laura Rizzi, delegata dell’Ateneo friulano per i Servizi di orientamento e tutorato –, raggiunge quest’anno dimensioni considerevoli in termini di studenti, scuole, docenti e personale coinvolto nella speranza di riuscire a dare una risposta concreta alle esigenze del territorio. La disponibilità dei docenti di tutte le aree dell’ateneo e del personale amministrativo è stata considerevole e la risposta degli studenti ha dimostrato grande apprezzamento per i percorsi offerti, molti di essi hanno visto esauriti i posti disponibili in pochissimo tempo. Ci auguriamo che queste esperienze possano essere utili non solo per la scelta dei propri studi ma anche per l’arricchimento delle competenze, sia disciplinari sia trasversali».

977