A Illegio inedito di Michelangelo nella rassegna ‘Genesi’

michelangelo400.jpgCi sara’ anche un inedito eccezionale, un disegno attribuito a Michelangelo, nella mostra dedicata al primo libro biblico riletto attraverso codici, pitture su tavola lignea, icone russe e greche, pitture su tela, sculture, oggetti di oreficeria, incisioni e disegni. E’ “Genesi. Il mistero delle origini”, allestita nella Casa delle Esposizioni di Illegio dall’11 maggio al 5 ottobre. Sessanta le opere esposte, realizzate in un lungo arco di tempo che va dal III al XX secolo, provenienti da diversi musei d’Europa (Musei Vaticani, Uffizi di Firenze, Galleria dell’Accademia di Venezia, Galleria Doria Pamphilj di Roma, Muse’e du Petit Palais di Parigi, Galleria Tretjakov di Mosca, Museo di Belle Arti di Budapest, Gallerie Nazionali di Varsavia e Ljubljana).

Il disegno inedito che lo studioso gesuita Heinrich Pfeiffer riconosce come opera di Michelangelo, e’ un ritrovamento eccezionale, datato 1508-1512, risalente cioe’ al periodo in cui il maestro lavorava alla volta della Cappella Sistina in Vaticano, sotto il pontificato di papa Giulio II. Sull’antico foglio, utilizzato almeno due volte dall’artista, e’ presente uno schizzo del primo progetto della volta stessa, con qualche studio delle figure da collocare nelle lunette e nello spazio tra queste; accanto, un secondo intervento di Michelangelo e’ dedicato allo studio del braccio di Adamo e della mano di Eva per alcune scene della volta.

Il disegno, che verra’ presentato per la prima volta ad Illegio, ha puntuali confronti con un analogo esemplare conservato al British Museum di Londra.

facebook
1.173