A Porcia il primo win for life!

WINFORLIFE

La prima vincita di massima categoria di Win for Life, un vitalizio di 4.000 euro al mese per 20 anni, è stata registrata a Porcia, in provincia di Pordenone, dove il fortunato vincitore ha totalizzato uno “0 + Numerone”, indovinando così solo il “Numerone”. (il Gazzettino)

E’ stata giocata alla pizzeria ‘Al Castello’ di Porcia (Pordenone) la prima schedina vincente del Win for life che ha garantito una rendita di 4 mila euro al mese per vent’anni. Ma il fortunato vincitore potrebbe anche essere ancora ignaro della vincita. “Siamo increduli – ha fatto sapere interpellato dall’ANSA Gianni Mansi, figlio di Gabriele titolare dello storico locale friulano – abbiamo appreso della vittoria direttamente dal terminale che ci ha indicato come l’anonimo scommettitore abbia fatto zero, cioé non ha azzeccato nessuno dei numeri ma l’uscita del numerone due lo ha premiato con il massimo della vincita, quattromila euro al mese per 20 anni, cioé 960 mila euro”. Mansi non ha idea di chi possa aver giocato la schedina
vincente: “l’estrazione è quella delle 13 quando nel mio ristorante – ha precisato – è pieno di operai e di impiegati in pausa pranzo. Per ora nessuno ha reclamato alcunché ma potrebbe anche darsi che il vincitore sia ancora ignaro della fortuna che gli è capitata: sono tantissimi gli abbonamenti che abbiamo venduto per tutte e nove le estrazioni della giornata”.

“Questo gioco ha letteralmente scatenato gli scommettitori -ha concluso il ricevitore – da stamani c’é stata una ressa, una folla di persone che inseguiva il sogno di garantirsi un vitalizio puntando sull’esiguo numero di pronostici che devono essere azzeccati, cioé 10 su venti. Sembrerà incredibile ma

questo fortunatissimo non dovrà nemmeno attendere l’accredito

del primo rateo del vitalizio: grazie allo zero si è assicurato pronta cassa altri 4.500 euro”.

IL REGOLAMENTO DEL GIOCO

Con il gioco si possono quindi vincere 4mila euro esentasse al mese per 20 anni. Denaro che non sarà indicizzato al costo della vita, ma che rimane patrimonio anche degli eventuali eredi.

LE MODALITA’ DEL GIOCO
Si devono indovinare 10 numeri che saranno estratti da un pannello di 20 numeri (con una probabilità molto più bassa di quella del Superenalotto e del Lotto che funzionano su 90 numeri). La giocata minima sarà di un euro, mentre le estrazioni saranno giornaliere, una ogni ora dalle ore 8 alle 20. Il superpremio arriverà con il “numerone” (un numero in più rispetto a quelli giocati, ndr) che se centrato con gli altri dieci estratti darà diritto alla rendita. Di ogni euro giocato, il 65% vanno al montepremi, il 23% all’erario che li destina all’Abruzzo, l’8% al ricevitore e il restante 4% alla Sisal. I Monopoli di Stato vigileranno sul gioco.

COME FUNZIONA
Se la giocata minima sarà di un euro, con due euro però si raddoppiano le possibilità di vincita. Il gioco paga 10mila euro al 10, 100 euro al 9, 10 euro all’8, 2 euro al 7. Giocando due euro si vince anche con lo zero, 1, 2, 3. Il premio ventennale si vince se si indovina il “numerone” e se si fa 10 (o anche zero se si fa la giocata da due euro).

880