A Trieste qualcuno esce, ma tavolini bar vuoti

Una Trieste vuota, ma non del tutto: così appare il capoluogo del Fvg nel giorno in cui l’Italia intera diventa zona rossa per contrastare la diffusione del coronavirus. Nelle piazze e sui marciapiedi i passanti continuano a circolare alla spicciolata. Chi portando buste della spesa, chi impegnato in altre necessità. Qualcuno passeggia con il cane. Deserti invece i bar.
    Vuoti, salvo qualche eccezione, i tavolini all’esterno dei locali della centrale Piazza Unità, pochi gli avventori al bancone. Bar e trattorie sono deserti – “soprattutto da oggi”, precisano i gestori – anche lungo le altre vie. Pochi in generale i clienti nei negozi. Diversa la situazione nei supermercati. Già ieri, in uno aperto fino a tarda sera, si è registrato un aumento di clienti. Oggi il flusso è in crescita e si osservano carrelli più pieni. Da questa mattina decine di e-mail e telefonate sono giunte alla Sala operativa della Polizia locale soprattutto per chiedere conferme sulle limitazioni negli spostamenti.

616