A Udine 67 nuove telecamere per la sicurezza e la videosorveglianza

“Il Comune di Udine ha deciso di ampliare il proprio sistema di videosorveglianza attraverso l’installazione di 67 nuove telecamere. Si tratta del più grande intervento di questo genere nella storia della città”. Lo annuncia l’Assessore alla sicurezza Alessandro Ciani. 

“Oltre a ciò – aggiunge Ciani – andremo a rendere più funzionale il sistema di conservazione delle immagini raccolte, che confluiranno in un unico archivio, compatibile sia con le nuove telecamere, sia con quella già esistenti, in modo da facilitare la consultazione a parte della Polizia Locale e delle Forze dell’Ordine. Andremo inoltre a implementare gli strumenti di video-analisi, come il riconoscimento di mezzi e individui (e un domani il riconoscimento facciale) sulla base di filtri come l’età, il sesso, gli abiti, l’orario, attraverso l’utilizzo di software di analisi forense, vera novità di questo intervento, che rappresenta una una vera e propria rivoluzione, perché ci permette una copertura omogenea su tutto il territorio udinese, dal centro alle periferie, garantendo così una prevenzione efficace della criminalità e il riconoscimento di chi si è reso responsabile di illeciti. Le telecamere sono in questo senso uno strumento non di controllo ma di tutela di tutti i cittadini per bene”.

Attualmente sono presenti in città 75 telecamere di videosorveglianza, che diventeranno quindi 142, e 11 sistemi di lettura targhe. Le nuove telecamere saranno collegate alla piattaforma di videosorveglianza VMS (Video Management Server) Genetec Security Center già utilizzata dall’Amministrazione per la gestione delle attuali telecamere.

L’ampliamento del sistema procederà per step: all’installazione seguirà il completamento della piattaforma software esistente, che sarà implementata con il software di analisi forense; quest’ultimo verrà a sua volta esteso alla verifica di eventi e alla ricerca di persone e mezzi attraverso filtri configurabili; infine potrà essere installato lo strumento del riconoscimento facciale. La spesa prevista è di 673mila euro. 

Ad esprimere soddisfazione per questo intervento, anche Vicesindaco e Assessore alla mobilità Loris Michelini. “Abbiamo creato – afferma – l’infrastruttura sulla quale potremo poi ampliare ulteriormente il sistema di videosorveglianza. Ogni nuova telecamera, come anche quelle già esistenti, si appoggerà d’ora in poi al nuovo sistema, permettendoci, come abbiamo fatto oggi, di aumentare in maniera significativa il numero dei dispositivi oggi collegati. Questo è quindi solo l’inizio di un percorso che renderà la città di Udine più sicura e a misura di famiglia”.

718