FEFF22

ABBONAMENTO RAI 2016: COSA CAMBIA PER GLI AGRITURISMO

Il pagamento dell’abbonamento Rai attraverso la bolletta di consumo dell’energia elettrica vale solo per la detenzione di apparecchi nell’ambito familiare.
Per la detenzione di uno o più apparecchi atti alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in esercizi pubblici, locali aperti al pubblico o comunque fuori dell’ambito familiare, o il loro impiego a scopo di lucro diretto o indiretto  si prevede invece la sottoscrizione e il pagamento di canoni speciali. In tali casi la normativa anche per il 2016 resta invariata.
Il canone speciale deve essere pagato annualmente, semestralmente o trimestralmente nei termini di legge (31 gennaio per il pagamento annuale; 31 gennaio e 31 luglio per i pagamenti semestrali; 31 gennaio, 30 aprile, 31 luglio e 31 ottobre per le rate trimestrali) e, in mancanza di regolare disdetta, è tacitamente rinnovato.
Ai sensi dell’art. 17 del decreto legge 6 dicembre 2011 n. 201, le imprese e le società devono indicare, nella relativa dichiarazione dei redditi, il numero di canone speciale alla radio o alla televisione per la detenzione di apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive. Tale importo può essere dedotto dal reddito d’impresa, qualora sussistano i presupposti fiscali ai sensi del D.P.R. 22/12/1986 n. 917. Per il 2016 le imprese agrituristiche con più di un apparecchio in uso rientrano nella categoria D e devono pagare i seguenti importi, in funzione della rateizzazione prescelta.

CANONE RAI SPECIALE
CON PIÙ DI UN APPARECCHIO

Annuale:  euro 407,35 di cui Iva: euro 15,67
Semestrale: euro 207,82 di cui Iva: euro 7,99
Trimestrale: euro 108,07 di cui Iva: euro 4,16
Le aziende agrituristiche con un numero di televisori non superiore ad uno, rientrano nella categoria E e sono tenute a pagare questi importi:

CANONE RAI SPECIALE
CON UN SOLO APPARECCHIO

Annuale:  euro 203,70 di cui Iva: euro 7,83
Semestrale: euro 103,93 di cui Iva: euro 4,00
Trimestrale: euro 54,03 di cui Iva: euro 2,08
Il canone speciale per i soggetti che detengono apparecchi atti unicamente alle trasmissioni radiofoniche è stato unificato per le strutture di tutte le tipologie. Gli importi da corrispondere sono i seguenti.

CANONE RAI SPECIALE
PER APPARECCHIO RADIOFONICO
Annuale: euro 29,94 di cui Iva: euro 1,15
Semestrale: euro 15,28 di cui Iva: euro 0,59
Trimestrale: euro 7,95 di cui Iva: euro 0,31
I titolari di canone speciale non in regola con i pagamenti sono tenuti a pagare il relativo canone maggiorato degli interessi al tasso legale e delle spese della riscossione coattiva eventualmente promossa dalla Amministrazione Finanziaria. Art.1284 c.c. Il versamento deve essere effettuato usando il bollettino allegato alla richiesta di pagamento inviata dalla Rai.

Powered by WPeMatico

801