Abolita autocertificazione per spostarsi in Regione. Cosa cambia dal 18 maggio

Il Governatore Fvg, Massimiliano Fedriga, ha firmato la nuova ordinanza, la n.14, che avrà validità da mezzanotte fino al 3 giugno e che conferma l’obbligo della mascherina e della distanza interpersonale di almeno un metro. Non sarà più necessaria l’ autocertificazione per gli spostamenti in regione, sempre consentiti. I cittadini del Fvg che abitano nei comuni confinanti con il Veneto potranno spostarsi nel territorio delle province venete limitrofe per visite a congiunti.

Vietati gli assembramenti, sono consentite assemblee condominiali e societarie o consigli di associazioni, l’attività motoria e sportiva di gruppo, anche in centri sportivi.

L’ordinanza apre al commercio al dettaglio (compresi mercati, fiere e mercatini degli hobbisti); ristorazione; attività turistiche (balneazione); strutture ricettive; servizi alla persona (parrucchieri ed estetisti); uffici aperti al pubblico; piscine; palestre; manutenzione del verde; musei, archivi e biblioteche.

Sono consentiti corsi sportivi e ricreativi, scuole di arte, recitazione, musica, Università popolare, scuole di lingua; scuole guida, attività di produzione dei teatri e la frequentazione di parchi zoologici, giardini botanici e riserve naturali. I negozi non avranno più limiti di orario giornaliero né per le giornate festive. Consentiti anche stage e tirocini extracurricolari e il rientro nelle residenze universitarie da parte di assegnatari di posto di alloggio.

Il governatore del Fruli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ha firmato l’ordinanza contingibile ed urgente n. 15 relativa al Trasporto pubblico locale (Tpl) che prevede, tra l’altro, l’attivazione di uno specifico tavolo di lavoro sul trasporto scolastico e la conferma la cabina di regia del Tpl.

E’ confermata l’obbligatorietà all’uso della mascherina su tutti i mezzi, nelle stazioni e alle fermate. Nel trasporto extraurbano saranno occupabili tutti i posti lungo i finestrini, su entrambi i lati dell’autobus. I dati sui viaggiatori rilevati dalla cabina di regia ha registrato già nella scorsa settimana un significativo incremento di passeggeri trasportati per i servizi urbani di Trieste (oltre 26% dei viaggiatori ante emergenza Covid-19), mentre le altre realtà regionali hanno fatto rilevare ancora numeri significativamente inferiori.

In ragione di ciò, tenuto conto dei limiti nei passeggeri trasportabili, l’ordinanza prevede che entro il 25 maggio si proceda ad una attivazione del 100% dei servizi della Trieste Trasporti, mentre negli altri contesti della regione vengono confermati i servizi attuali e si procederà a modifiche seguendo l’evoluzione della domanda.

Le disposizioni dell’ordinanza riguardano anche le norme di utilizzo per gli impianti di risalita, per la mobilità marittima e per il trasporto non di linea e indica le regole per l’utilizzo dei luoghi di interscambio (stazioni, autostazioni, fermate).

Per quanto concerne il trasporto degli studenti per il prossimo anno scolastico, la nuova ordinanza anticipa l’istituzione di un tavolo di lavoro regionale comprendente tutti i soggetti interessati. Il testo integrale è pubblicato sul sito della Regione e su quello della Protezione civile Fvg.


   

885