Bearzi

ABOLIZIONE PROVINCE: PANONTIN, SÌ A DDL CHIUDE PROCESSO RIFORMATORE

Trieste, 24 nov – Con l’approvazione in Consiglio regionale del
disegno di legge sulla “Soppressione delle Province del Friuli
Venezia Giulia e modifiche alle leggi regionali 11/1988, 5/2012,
26/2014 e 18/2015” “si chiude di fatto un percorso riformatore
cominciato tre anni fa circa: un percorso lungo e non facile, che
ha richiesto passaggi alle Camere per modificare lo Statuto”.

Lo ha affermato l’assessore regionale alle Autonomia locali e al
Coordinamento delle riforme Paolo Panontin al termine della
seduta del Consiglio regionale che ha dato “disco verde” al
provvedimento.

“Durante il lavoro di Commissione e durante il Consiglio – ha
rilevato l’assessore – alcuni emendamenti sono stati accolti,
alcune piccole modifiche di natura puntuale e di dettaglio sono
state apportate, ma l’impianto è quello uscito dalla Giunta e
quindi dalla Commissione”.

Del lavoro d’Aula Panontin ha apprezzato in particolare “il
passaggio sull’articolo che disciplina in maniera puntuale e
parzialmente diversa il meccanismo di finanziamento dei Comuni
che stanno nelle Unioni territoriali intercomunali, meccanismo
che lavora molto sull’autodeterminazione e la quantificazione
autonoma della spesa delle funzioni da parte dei Comuni: in
quell’emendamento – ha aggiunto Panontin – ci sono state diverse
aperture da parte della minoranza che mi fanno ben sperare nel
successivo atteggiamento degli amministratori e dei sindaci
ancora non entrati nelle Unioni”.

L’assessore ha, da ultimo, segnalato in sede di voto finale,
“alcune rilevanti astensioni che sono un segnale importante e che
in parte tengono conto di una posizione assunta anche all’epoca
dell’approvazione in quest’Aula all’unanimità dei presenti della
modifica dello Statuto di autonomia proposto alle Camere”.
ARC/PPH/EP

Powered by WPeMatico

facebook
648