AGRICOLTURA: SHAURLI, INAUGURATO SPAZIO ERSA A SALONE DEL GUSTO

Chiesto rinvio a 2017 disposizioni ministeriali per la vendemmia

Trieste, 22 set – Su proposta dell’assessore alle Risorse
agricole e forestali del Friuli Venezia Giulia, Cristiano
Shaurli, la Commissione Politiche agricole, riunita oggi a
Torino, ha deciso di chiedere al ministero competente il rinvio
alla vendemmia del 2017 delle disposizioni contenute nel decreto
ministeriale in materia di dichiarazioni vitivinicole.

“E’ una richiesta importante e opportuna – dichiara Shaurli –
visto l’appesantimento burocratico che comporta per le aziende
vinicole”.

Di seguito, sempre nel capoluogo piemontese, l’assessore ha
presenziato all’apertura degli spazi espositivi di Ersa e
PromoTurismo FVG a Terra Madre Salone del Gusto, l’evento
internazionale dedicato alla cultura del cibo in programma fino
al 26 settembre.

“La qualità dei prodotti che proponiamo e l’idea organizzativa
molto accattivante sui cui fondano gli spazi espositivi del
Friuli Venezia Giulia – ha evidenziato Shaurli – mettono in piena
luce le eccellenze enogastronomiche, le peculiarità e
l’attrattività del nostro territorio”.

L’avvio delle attività espositive del Friuli Venezia Giulia è
stato dato poco dopo l’inaugurazione generale del Salone alla
presenza, tra gli altri, del ministro dei Beni Culturali, Dario
Franceschini, del presidente della Regione Piemonte, Sergio
Chiamparino, del sindaco di Torino, Chiara Appendino, e del
presidente di Slow Food, Carlo Petrini.

Organizzato da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino
quest’anno l’evento propone il tema della Terra Madre, ossia il
voler bene ad essa e alle sue ricchezze nel rispetto
dell’ambiente.

Nel solco di questo messaggio anche la partecipazione del Friuli
Venezia Giulia che nei 144 metri quadri dello stand promuove le
eccellenze gastronomiche della regione e le possibilità offerte
dal cicloturismo. Ai visitatori è infatti concessa la possibilità
di usufruire di biciclette apposite con il marchio Slow Food
Friuli Venezia Giulia”per fare un giro tra i vini, i prodotti di
eccellenza e i presidi e di tutto il territorio regionale.

Riguardo a quest’ultimi Shaurli rileva che “i presidi Slow food
hanno una lunga tradizione nella nostra regione e
l’Amministrazione regionale con Ersa e Promoturismo li sostiene
convintamente, perché rappresentano quei prodotti del nostro
territorio, fatti di tradizioni, storia ed identità, che nessuno
può copiarci”.

“Se vent’anni fa – conclude l’assessore – dovevamo solo
difenderli, credo che oggi rappresentino un’opportunità per i
nostri agricoltori e sono anche un veicolo per presentare al
meglio la nostra regione”.

Nello stand del Friuli Venezia Giulia sono in programma anche
degustazioni guidate, esibizioni nell’arte della cucina ad alto
livello, laboratori del gusto, nonché presentazione di cibi,
marchi di qualità e libri.
ARC/PV/fc

Powered by WPeMatico

486