AGRICOLTURA: TRILATERALE A KLAGENFURT FVG-CARINZIA-SLOVENIA

Trieste, 15 gen – Promuovere la più ampia collaborazione nel settore agricolo e forestale fra Friuli Venezia Giulia, Carinzia e Slovenia rafforzando l’attrattività e la competitività dei territori coinvolti anche sotto il profilo turistico, della identificazione e promozione dei prodotti e, più in generale, della costruzione di un percorso di confronto continuo per una vera agricoltura Alpe-Adria.

È questo uno dei principali elementi emersi nell’incontro odierno tra l’assessore alle Risorse agricole e forestali del Friuli Venezia Giulia Cristiano Shaurli, l’assessore carinziano Christian Benger e il rappresentante del Ministero dell’Agricoltura sloveno Vladimir Celigoj, riuniti a Klagenfurt in concomitanza con l’inaugurazione della Fiera agricola Agrarmesse, una delle principali rassegne di settore dell’Austria.

“Il 2016 – ha detto l’assessore Shaurli – è l’anno in cui inizia la vera fase di attuazione della Programmazione comunitaria 2014-2020 e c’è l’esigenza di individuare ambiti e settori di comune interesse, all’interno dei quali sviluppare progetti a misura di imprese e di territori. La sinergia fra le tre realtà non solo vicine, ma accomunate anche da simili situazioni economiche, produttive e ambientali, può rappresentare un volano importante per rafforzare filiere, sostenere la ricerca e l’innovazione, dare nuovo valore all’agricoltura e alla gestione sostenibile dei compendi malghivi e forestali. Nel contempo rappresenta l’esercizio concreto della nostra Specialità e autonomia che nella centralità geografica e nei rapporti internazionali trova nuova forza”.

Un’indicazione condivisa dal rappresentante della Camera dell’Agricoltura slovena Cvetko Zupancic e dall’assessore carinziano Benger, che ha portato alla decisione di costituire dei tavoli tecnici trilaterali su specifiche tematiche, come la gestione dei siti di Natura 2000, la valorizzazione delle filiere legate al legno, l’individuazione di strategie per la qualità e la promozione dei prodotti di montagna.

L’incontro di Klagenfurt, che fa seguito a quello svoltosi a Udine nel novembre scorso tra Shaurli e Benger, nel corso del quale si sono poste le basi per una Cooperazione in ambito agro-forestale allargata alla Repubblica di Slovenia, si è concluso con l’impegno a convocare un primo tavolo tecnico sulle aree Natura 2000 già a febbraio e nel contempo costruire una rete di collaborazioni per promuove nuove alleanze tra agricoltura, turismo e selvicoltura, favorire lo scambio di conoscenze ed esperienze tra operatori, promuovere circuiti interregionali e creare valore aggiunto per i territori interessati.

“L’impegno comune – ha concluso Shaurli – è costruire iniziative e progetti condivisi, confrontarsi sulle criticità e, ove possibile, rispondere insieme alle numerose sfide con cui deve confrontarsi il settore primario, rilanciando la sua centralità e l’importanza che riveste per l’intero territorio Alpe Adria”.

ARC/PV

Powered by WPeMatico

620