agriest 2011
Una fiera specializzata e consolidata come Agriest aprirà, dal 27 gennaio prossimo, il calendario fieristico 2011 di Udine Gorizia Fiere mentre oggi la rassegna agricola ha fatto da “madrina” alla nuova sede della Federazione regionale Banche di Credito Cooperativo dove si è svolta la conferenza stampa della 46^ edizione. La vista panoramica dall’8° piano del centro direzionale “Le Torri Nord” sui diversi cantieri aperti e sulle numerose gru che si innalzano in quell’area, ha offerto al Presidente di Udine Gorizia Fiere Sergio Zanirato lo spunto di partenza per il suo intervento, ossia «un segnale di ripresa e una speranza che il mercato riprenda a girare facendo intravvedere la fine di un tunnel dentro il quale si muove incerta l’economia nazionale e internazionale. La Fiera dal canto suo mette a disposizione il proprio ruolo e le proprie competenze per la promozione dell’economia e delle imprese anche attraverso un appuntamento importante come Agriest, sinonimo di agricoltura, ambiente e qualità della vita. Infatti la capofila del calendario fieristico è anche l’apripista del progetto fieristico di filiera “dalla Terra alla Tavola” con cui Udine Gorizia Fiere presidia il settore dell’agroalimentare e che a fine ottobre approderà nel salone biennale Good dedicato alle eccellenze enogastronomiche dell’Alpe Adria. Questo – come ha precisato Zanirato – a significare il forte legame tra terra, territorio e produzioni alimentari per garantire qualità della vita e di quanto portiamo sulle nostre tavole».

Non solo sostenitore economico, ma anche fonte di idee, di competenze e di conoscenze fortemente radicate al territorio, le Banche di Credito Cooperativo confermano anche quest’anno ad Agriest tutto l’interesse che si merita come evento di riferimento nel Nord Est per il comparto agricolo. Il Presidente della Federazione BCC Giuseppe Graffi Brunoro ha sottolineato la «dinamicità del Sistema con 300 milioni di euro di credito in essere a basso tasso di rischiosità al settore agricoltura: merito anche delle Regione per il sostegno dato al mondo delle Cooperative. Recente l’accordo siglato con la facoltà di Agraria dell’Ateneo friulano per la messa a punto di un modello di valutazione delle imprese cooperative. Inoltre, ha aggiunto Graffi Brunoro, il Credito Cooperativo vuole essere fortemente presente nel comparto assicurativo» e in tal senso ad Agriest, mediante Assicura, proporrà un convegno sui nuovi strumenti assicurativi a sostegno del reddito agricolo.

L’attendibilità e la visibilità di Agriest sono state scelte anche dalle Confcooperative del F.V.G. rappresentate oggi in conferenza stampa dal Segretario generale Nicola Galluà che ha anticipato la presentazione in Fiera nei prossimi giorni della mappatura regionale delle 95 cooperative per la vendita diretta dei prodotti locali con garanzia quindi di identità, qualità e salubrità. Iniziativa che ha raggiunto lo “sposalizio” con il marchio “Tipicamente Friulano” a sottolineare maggiormente il tratto di “boutique” dell’enogastronomia locale per gli spacci cooperativi mappati.

La conferenza odierna, alla quale era presente anche il Direttore di Udine Gorizia Fiere Maurizio Tripani, ho fornito i numeri gli ingredienti della 46^ edizione di Agriest alla quale prenderanno parte 250 espositori nei settori della meccanica agraria, viticoltura ed enologia, zootecnia, mangimi, foraggi ed editoria specializzata. Stand aperti da giovedì 27 a domenica 3 gennaio con orario continuato dalle 9.30 alle 18.30.

Ben 15 i convegni in programma: l’agenda degli appuntamenti si aprirà con il convegno inaugurale di giovedì 27 gennaio, alle ore 9,30, su “I risultati della legge anticrisi. Il ruolo del fondo di rotazione per l’agricoltura” promosso dalla Regione, Federazione BCC, Confcooperative e dalla Fiera. Al termine dei lavori, ai quali interverrà l’assessore regionale alle risorse rurali, agroalimentari e forestali Claudio Violino, seguirà il taglio del nastro e la visita ai padiglioni.

Lascia un commento

417