AGROALIMENTARE: A MAGGIO PRODOTTI FVG PROMOSSI NEGLI STATI UNITI

Udine, 3 maggio 2016 – Il Friuli Venezia Giulia presenta per
l’intero mese di maggio i suoi prodotti a New York e Chicago e
già in queste prime ore i siti di Eataly sottolineano
l’eccellenza, la storia, e le scelte di qualità delle DOP, DOC,
DOCG e non solo, legandole fortemente al territorio ed alle sue
caratteristiche così come al loro potenziale utilizzo che ben
sarà rappresentato nel ristorante Friulano attivo per l’intero
mese a New York e soprattutto nelle oltre 20 iniziative,
presentazioni, degustazioni che si terranno nei due punti
vendita, spesso con la presenza dei nostri produttori.

Una sfida importante ed ambiziosa, come ha sottolineato
l’assessore alle Risorse agricole Cristiano Shaurli, ma che ha
trovato un tessuto produttivo pronto a coglierla, a partire dalle
Camere di commercio che insieme alla Regione hanno collaborato a
questa iniziativa ed ai produttori (58 le aziende presenti) che
da subito hanno colto l’importanza di puntare e credere
nell’export.

Il Friuli Venezia Giulia è secondo in Italia come aumento
dell’export vitivinicolo quest’anno ed ha ottenuto la DOC Friuli,
risultando inoltre primo nell’aumento dell’export dei prosciutti
DOP: dati incoraggianti che, secondo l’assessore, vanno colti per
saper far crescere anche produzioni oggi ancora un po’ in
difficoltà. Una sfida lungimirante perché la qualità dei prodotti
regionali e il loro legame con il territorio sono elementi per
presentarli al mondo e non essere motivo di provincialismi.

Gli Stati Uniti sono il terzo mercato di riferimento per l’export
del Friuli Venezia Giulia con percentuali di crescita annuale a
due cifre, per l’intero Paese sono il mercato in maggior crescita
per l’agroalimentare. La presentazione di vini e distillati, del
Montasio, del San Daniele e di tutte le eccellenze regionali in
due punti vendita che in un mese assicurano in media 600 mila
clienti è una grande opportunità per far conoscere prodotti e
territorio ed anche per aiutare oggi ed in prospettiva nuove
realtà ad affrontare la difficile sfida culturale e burocratica
dell’export.
ARC/com

Powered by WPeMatico

465