Al Qaeda: “Osama è morto”

Oc7OsamaTVGunAl Qaida stava pensando di celebrare con un nuovo attentato il decennale dell’11 settembre. Nel mirino la rete ferroviaria Usa con spettacolari deragliamenti di treni. E’ quanto emerge dai primi documenti sequestrati nel compound dove viveva ed è stato ucciso Osama Bin Laden. Il presidente Usa Obama incontra oggi alcuni dei componenti del commando autore del blitz, mentre in Pakistan sono previste al termine della preghiera del venerdi’manifestazioni antiamericane in tutte le città. Sul fronte dell’allerta terrorismo e’ intervenuto stamani il premierBerlusconi il quale ha detto che “i servizi di tutti i Paesisono in collegamento e hanno alzato le antenne e cercheremo di non farci cogliere di sorpresa”.

MANIFESTAZIONE AD ABBOTTABAD, W OSAMA, MORTE USA – Circa 300-400 persone hanno partecipato oggi ad Abbottabad, la città pachistana dove è stato ucciso Bin Laden, alla manifestazione indetta dal partito radicale islamico Jamaat-e-Islami contro gli Stati Uniti. Il corteo ha scandito slogan come ‘Viva Osama’ e ‘Morte agli Usa’. Lo riferisce la stampa locale dal posto. A guidare la dimostrazione è stato il senatore del partito islamico, Mohammed Ibrahim, che ha dichiarato che il blitz americano per uccidere Osama è stata “una messa in scena e una cospirazione contro il Pakistan”, accusando anche il governo pachistano. Una simile manifestazione, ma con meno partecipanti, si è svolta anche a Peshawar, al termine della preghiera del venerdì.

FEDELI MOSCHEA ROSSA ISLAMABAD, E’ NOSTRO MARTIRE – “Osama Bin Laden è il nostro eroe, è un martire della Jihad”. E’ quello che si sente dire da molti fedeli appena usciti dalla preghiera del venerdì nella moschea rossa di Islamabad, teatro di un sanguinoso scontro tra fondamentalisti islamici e forze pakistane nel 2007. Lo ha constatato l’inviata dell’ANSA. “Osama ha cominciato la Jihad contro l’America, per questo è il nostro martire”, ha detto Saif, giovane musulmano, usando toni pacati, così come Malik ha ribadito: “Osama non è stato ucciso, è un martire”. All’esterno della moschea l’atmosfera è molto calma, nonostante l’assembramento di un centinaio di fedeli e di qualche giornalista locale e straniero. Non mancano però le prese di posizione contro gli Stati Uniti: “Sono contro il popolo musulmano”, ha detto un altro fedele, mentre Miaz ha puntato il dito contro il proprio governo per non aver saputo difendere la sovranità nazionalità azionale del Pakistan in occasione del blitz americano in cui è stato ucciso il leader di Al Qaida: “Proviamo vergogna per la nostra nazione ed il nostro esercito”, ha detto.

ABC: VOLEVA ATTACCO TRENI USA A 10 ANNI 11/9 – Al Qaida aveva in cantiere un attentato ad alcuni treni da far deragliare in localita’ imprecisate degli Stati Uniti, proprio in occasione del decennale dell’11 settembre. E’ quanto emerge, rivela la Abc News, dai primi documenti rinvenuti nel compound dove viveva Osama bin Laden.

AP SFIDA OBAMA, LEGGE PREVEDE DIFFUSIONE FOTO – Barack Obama ha deciso che non diffondera’ le foto del cadavere di Bin Laden. Ma l’Associated Press, la prima agenzia di stampa americana lancia la sua sfida alla Casa Bianca, chiedendo che quelle immagini, assieme al video girato dagli uomini dei Navy Seals e quello del funerale sulla nave, vengano mostrate al pubblico invocando il rispetto, anche da parte di Barack Obama, della legge americana che regola la liberta’ e la trasparenza dell’informazione, il ‘Freedom of Information Act’.

Lascia un commento

501