FEFF22

Amara Coppa Italia per le Aquile

Pontebba, 17 ottobre 2009 – Aquile subito fuori. Non basta la doppietta di Ciresa per superare uno strepitoso Rivoira
Generali Aquile FVG sfortunate (tre pali e due traverse colpite nell’ultimo tempo) devono chinare il capo contro un Valpellice che, spinto dal giovane back-up Rivoira in stato di grazia, confermano di attraversare un grande momento e conquistano uno storico accesso ai quarti di finale di Coppa Italia.

La partita si accende subito con gli attaccanti di entrambe le formazioni a testare i riflessi dei portieri avversari. Il forcing delle Aquile è immediato senza che la prima situazione di superiorità porti alla rete. Il Valpellice si fa vedere dalle parti di Carpano e i torresi passano al 7.12 con Trudel. Non si interrompe il pressing del Pontebba che però deve fare i conti con il giovane Rivoira (classe 1991) che ripaga al meglio la fiducia di Vogin costretto a lasciare fuori il portierone Kowalski vittima di uno stiramento. Attacco tambureggiante degli ospiti con le conclusioni di Guerin, McElroy, Koivunen e Raduns che vanno vicino alla rete. Al 15.27 Valpe pericolosissima con Grossi che colpisce il palo a Carpano battuto.

Pontebba che inizia in avanti trovando la rete del momentaneo pareggio al 3.02 grazie a una deviazione volante di Marchetti su tiro di Raduns. Situazione che resta in parità solo per un minuto quando Luciano Aquino imbeccato in profondità riesce a superare Carpano nonostante il contrasto di un difensore. Aquile che non mollano esaltando un Rivoira davvero sorprendente, mentre la Valpe ogni tanto si fa vedere dalle parti del goalie friulano che ferma ogni conclusione.

HC VALPELLICE ARCE – SGP GENERALI AQUILE FVG 5:3 (1:0, 1:1, 3:2)

Reti: 7.12 (1:0) Trudel (SIsca), 23.02 (1:1) Marchetti (Raduns/Rigoni), 24.02 (2:1) Aquino L., 41.50 (3:1) Beaureguard, 44.24 (4:1) Iannone (Beaureguard), 54.02 (4:2 pp) Ciresa (Guerin/Felicetti), 57.00 (4:3) Ciresa (Marchetti/Felicetti), 58.38 (5:3) Aquino L. (Sisca)

Hc Valpellice ARCE: Rivoira A. (Malan); Trudel, Smith, Ruggeri, Runer, Rivoira L., Bonnet, Aquino L., Sisca, Iannone, Aquino A., Grossi, Beaureguard, Petrov, Pozzi, Canale, Coco, Vignolo, Frigo
Coach: Alain Vogin

SGP Generali Aquile FVG: Carpano (Camin); Lutz, Marchetti, Ambrosi, Bonni, McElroy; Raduns, Delfino, Felicetti, Koivunen, Rigoni, Guerin, Ciresa, Lavrentiev, Nicolao, Rizzo
Coach: Tom Pokel

Arbitri: Colcuc (Zatta/Biacoli)

Tiri: HC Valpellice ARCE 30 (9, 13, 8)- SGP Generali Aquile FVG 35 (13, 7, 15)

Penalità: HC Valpellice ARCE 12 (2, 2, 8)- SGP Generali Aquile FVG 8 (2, 2, 4)

Note: 1380 spettatori

Un tiro di Koivunen a inizio terzo drittel, suona la carica del Pontebba che sulla susseguente mischia colpisce un palo. La Valpe colpisce di rimessa con Beaureguard (1.50), mentre le Generali devono ancora recriminare con la sfortuna per un altro legno colpito sempre da Koivunen. Al 4.24 sembra finita perché Iannone con una sassata fulmina Carpano per la quarta volta. Rivoira continua a parare l’impossibile e dove non ci arriva lui è la traversa (per due volte) a tenere le Aquile lontane. Gialloblu che sono più forti del fato e riescono a portarsi sotto con una doppietta di Ciresa (al 14.02 in power-play e al 17.00), ma la rimonta viene stoppata al 18.38 da Luciano Aquino poi espulso per scorrettezze. Negli istanti finali altro palo friulano (il terzo) a dimostrazione che la grinta delle Aquile nulla possono contro il destino.

333