AMBIENTE: VITO, ZONE FLUVIALI PIU' TUTELATE CON NUOVI CANONI GHIAIE

Trieste, 12 feb – “Il nuovo Regolamento sullo sghiaiamento dei fiumi punta risolutamente a favorire la tutela del territorio e a combattere il dissesto delle zone che insistono sul reticolo idrografico per garantire una sicurezza ottimale delle aree di riferimento”.

È il commento dell’assessore regionale all’Ambiente Sara Vito sulla delibera che riallinea i canoni di estrazione del materiale litoide dei corsi d’acqua in Friuli Venezia Giulia.

“Il provvedimento – ha spiegato Vito – prende in considerazione il rischio di alluvionamenti provocati alla sedimentazione di ghiaia, dovuti all’elevato trasporto di detriti nei corsi d’acqua in relazione alle peculiari caratteristiche del territorio. I nuovi canoni, che vengono sostanzialmente allineati a quelli del Veneto, contribuiranno all’attuazione degli interventi preventivi e alla mitigazione del rischio idrogeologico, con la conseguente riduzione dei fenomeni di accumulo di materiale sulle sponde più esposte”.

Il provvedimento, come ha osservato l’assessore, “benché consista tecnicamente in un ritocco dei canoni, manifesterà la sua efficacia ambientale, in coerenza con la legge 11 del 2015 che detta la Disciplina organica in materia di difesa del suolo e di utilizzazione delle acque. Naturalmente, la rigorosa valutazione ambientale dei progetti di sghiaiamento che saranno presentati, come è stato fino a oggi, è immutata e garantita. La manutenzione dei corsi d’acqua – ha rilevato in conclusione l’assessore Vito – si conferma una priorità dell’Amministrazione regionale”.

ARC/PPH

Powered by WPeMatico

facebook
381