Andrea Carpano lascia le Aquile

carpano
Sarà davvero strano non leggere più il numero 55 sul roster delle Generali Aquile FVG, eppure bisognerà farci l’abitudine: a distanza di quattro anni – dal quel 16 settembre 2006 quando, in amichevole contro il Pasut VSV Villach, Andrea Carpano vestì per la prima volta la casacca gialloblu – le strade tra le Aquile e “Capitan Friuli”, infatti, si dividono.

Quattro stagioni giocate al massimo, 141 partite a difesa della gabbia friulana, terzo giocatore per presenze subito dietro Fabio Armani e Andreas Lutz, otto assist, diciotto minuti di penalità, la conquista della storica Coppa Italia 2007/2008: queste le statistiche di uno dei migliori portieri italiani di sempre, numeri che da soli possono far capire quanto Carpano sia stato importante per i gialloblu a tal punto da diventare uno degli atleti dello zoccolo duro della squadra ed entrare nei cuori dei tifosi delle Generali Aquile FVG.

Giunto in Friuli in concomitanza con la prima stagione di Serie A1 (2006/07), Andrea si è ritagliato il suo spazio nel gruppo, fino a diventare uno dei giocatori simbolo del “miracolo” Aquile. Idolo della tifoseria a tal punto da essere soprannominato “Capitan Friuli”, ha disputato sempre stagioni ad altissimo livello. Unico goalie titolare italiano “verace” a difesa della porta tra tutte le formazioni della massima serie, a Pontebba si è sempre distinto facendo registrare percentuali di parate di tutto rispetto. Nella stagione in corso, Andrea Carpano ha disputato 18 incontri mettendo a referto anche un assist per Nate Raduns nella vittoria 6 a 4 contro il Cortina dell’1 ottobre scorso.

Persona stupenda dentro e fuori dal ghiaccio, nella sua carriera ha dovuto fare anche i conti con alcuni infortuni e proprio a causa di uno di questi che lo ha fermato a inizio dicembre, le Generali sono state costrette a ingaggiare il goalie sloveno Andrej Hocevar. Proprio in virtù di questo arrivo, Carpano ha ritenuto opportuno rescindere il contratto che lo legava al team di Pontebba.

«È davvero difficile esprimere in poche parole il ringraziamento a un giocatore e a una persona come Andrea Carpano – spiega un visibilmente emozionato Valter Cappellaro, presidente delle Generali Aquile FVG, a nome anche di Saverio Anzilutti, Raffaele Lavia, dell’intera dirigenza e dello staff che ruota attorno alla formazione friulana – e ci rammarica molto la sua decisione di andare via. Andrea è stato e sempre sarà un’istituzione qui a Pontebba, incomiabile il suo attaccamento alla maglia e ai colori gialloblu dimostrato in queste tre stagioni e mezza. È stato indubbiamente una delle pedine fondamentali per gli obiettivi che abbiamo raggiunto, per tutte le lotte combattute fianco a fianco e per i successi – Coppa Italia in primis – ottenuti grazie anche alle sue prestazioni fondamentali.

Insieme a lui abbiamo passato momenti di grande entusiasmo e gioia e anche grazie alla sua figura ci siamo innamorati sempre di più di questo sport. Voglio anche sottolineare il Carpano come persona fuori dal ghiaccio: si è fin da subito fatto promotore in prima persona della crescita della squadra e dell’intera società, mettendo a disposizione tutta la sua esperienza e professionalità. È anche per questo che è diventato uno dei punti di riferimento per i nostri giovani. Sicuramente sentiremo la mancanza di una persona così genuina e sarà davvero difficile abituarsi a non vederlo indossare più i nostri colori».

Andrea, da parte di tutte le Generali Aquile FVG e dei tifosi, un grazie di cuore per quello che hai fatto per noi e con noi. Ci auguriamo tu possa ottenere grandi soddisfazioni anche nella tua nuova avventura. Ciao e buona fortuna “Capitan Friuli”.

facebook
886