Bearzi


“Potrebbe esserci anche un altro movente”. Lo ha detto questa mattina il Procuratore Capo di Udine, Antonio Biancardi, a margine della conferenza stampa nella caserma di Udine dei Carabinieri sull’arresto relativo al duplice omicidio di Lignano (Udine). A una domanda specifica sulla certezza che si sia trattato di una rapina, il Procuratore non ha escluso che possa emergere un’altra ipotesi. Ad un’altra domanda, se cioé l’indagine può considerarsi chiusa, Biancardi ha risposto “come si può pensare che sia chiusa se ci sono almeno due indagati?”. Il Procuratore ha poi insistito sull’aspetto della premeditazione della rapina, mentre “si vedrà”, ha precisato, per quanto riguarda l’eventuale premeditazione dell’omicidio. “Non è un dolo d’impeto”, ha concluso.

facebook

Lascia un commento

350