Bearzi

APERTO IL BANDO ISMEA PER I GIOVANI AL PRIMO INSEDIAMENTO

Il 28 marzo scorso è stato aperto il bando Ismea per gli aiuti al primo insediamento riservati ai giovani (età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non ancora compiuti), cittadini di uno degli Stati membri dell’Unione Europea e residenti in Italia, che intendano insediarsi per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda. È richiesto inoltre il possesso di adeguate conoscenze e competenze professionali che tuttavia – qualora assenti al momento della domanda – potranno comunque essere acquisite entro 36 mesi dalla data di concessione dell’aiuto. Per contro non possono partecipare i soggetti che, al momento della presentazione della domanda, risultano già insediati ovvero che risultino in possesso di una partiva Iva nel settore agricolo, iscritti alla Cciaa nella relativa sezione, iscritti al regime previdenziale agricolo e che abbiano assunto il pieno controllo dell’impresa.
L’aiuto si concretizza nell’erogazione di un contributo in C/interessi su mutui accesi per l’acquisto di terreni e fabbricati (escluse scorte) associato ad un piano di investimenti aziendali che prevedano una spesa complessivamente superiore a 100.000 euro. In ogni caso l’aiuto non può superare i 70.000 euro erogabili per il 60% alla conclusione del periodo di preammortamento del mutuo e per il restante 40% a seguito di collaudo positivo del piano aziendale allegato alla domanda di partecipazione. L’attuazione del piano deve essere avviata entro 9 mesi dalla data di stipula dell’atto di concessione delle agevolazioni e completata in un periodo massimo di cinque anni dalla stipula stessa.
La domanda di partecipazione deve essere presentata obbligatoriamente in forma telematica mediante il portale Ismea e compilata secondo le modalità nello stesso indicate. Per l’individuazione dei beneficiari, fermo restando il rispetto delle condizioni di ammissibilità, sarà considerato l’ordine cronologico di presentazione delle domande (click day). Il termine ultimo per la presentazione è fissato alle ore 12 del 12 maggio 2017.
Il bando prevede tre lotti dei quali il primo – per una dotazione complessiva di 30 milioni di euro – riguarda le Regioni: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Veneto, Lazio, Marche, Toscana e Umbria. Per approfondimenti è possibile consultare il sito www.ismea.it oppure http://www.terrainnova.it/

Powered by WPeMatico

facebook
757