Aperitivo a Grado

Aquile 2 – Cortina 4

facebook

foto_centrale_2.jpg

Non sono bastati il sostegno di quasi 1400 supporter, la parata con la Coppa Italia e l’avere due risultati utili su tre. La festa delle Generali Aquile FVG si ferma al cospetto del Cortina con la formazione di casa che subisce la prima sconfitta dopo il trionfo di Torino ai danni di un team ben messo in campo da Frycer nonostante alcuni giocatori non al meglio della forma.Un 2 a 4 maturato soprattutto nel primo periodo con la formazione ampezzana che poi ha badato a difendere il vantaggio e a colpire di rimessa. Con questa sconfitta le Aquile chiudono il Relegation Round al terzo posto che significa incontrare nei quarti di finale play-off i Vipers Milano dell’ex capitano Lefebvre. Gara uno, sabato all’Agorà.

Il primo a saggiare i riflessi del goalie avversario è Kalmikov, con il Pontebba che però rischia grosso quando al 2’32” Cooper perde il disco con Cote in agguato. Bravo Carpano ad anticipare il giocatore biancoblu. Al 3’01” le Aquile hanno la prima occasione di giocare in superiorità ma al 4’15” è il Cortina ha perforare la gabbia casalinga. Wedderburn invece di liberare calibra un buon disco per Russel che si invola in contropiede e insacca per il vantaggio degli scoiattoli. Le Aquile non si disuniscono, ma continuano a lavorare dischi anche nel corso della seconda superiorità, punito Francesco Adami, e raggiungono il pareggio al 7’23”. Azione Eronen-Aquino-Cooper e il numero 7 gialloblu infila Maund dalla distanza. Continuano le penalità per il Cortina, ma il Pontebba non ne approfitta, cosa che invece riesce benissimo al Cortina che al 12’22” in 5 contro 4, punito Armani, raddoppia con Suorsa dopo una bella azione portata avanti da Souza e Adami. Ancora brividi per il Pontebba al quarto power play a favore. Ennesimo contropiede ampezzano con Souza che viene fermato da Carpano. Sul finire del tempo Pontebba che spinge alla ricerca del pareggio: al 18’23” l’azione più bella con un scambiotra Kalmikov e Lutz, ma il disco di ritorno non arriva al giocatore ucraino.

Pontebba parte bene nel secondo periodo e costringe il Cortina a liberare affannosamente davanti alla gabbia di Maund. La rete è però nell’aria e il pareggio arriva al 5’07” con il Pontebba in superiorità. A siglare il momentaneo 2 a 2 è Romano. In quel momento le Aquile sarebbero virtualmente prime, ma a riportare i friulani alla realtà è Da Corte che al 7’22” manca di un soffio la deviazione vincente. Un minuto dopo si vede Kalmikov senza esito, mentre Colcuc continua a fischiare soprattutto contro un Cortina poco tranquillo sul ghiaccio. Pontebba però non ne approfitta e la formazione al 9’20” ampezzana si vede annullato un gol di Savoia per uomo in area. Vibrate proteste dei giocatori che però possono festeggiare il nuovo vantaggio all’11’05” con Souza che supera Carpano. Nuovamente sotto, Pontebba affida la sua reazione a Cooper che per due volte – in superiorità – si fa vedere dalle parti di Maund. Superata la sfuriata friulana ancora un contropiede di Soursa che viene fermato da Carpano che in uscita gli chiude lo specchio. Al 17’24” si rivede il Pontebba con Romano che serve per Aquino anticipato all’ultimo momento. Ci provano quindi Betti e poi Timpone ma la sirena arriva sul 3 a 2 per il Cortina.

Nel terzo periodo il Cortina prova ad affondare alla ricerca del ko, ma Carpano è attento soprattutto sui tiri di Souza. Ampezzani accorti in difesa che chiudono bene gli spazi nonostante il lavoro certosino del Pontebba nel tentativo di trovare qualche buco nella maglia difensiva avversaria. In rapida successione ci provano Aquino, Burgess, Kalmikove Ciresa senza successo. Aquile che continuano a spingere cercando di chiudere gli avversari nel proprio terzo difensivo. Al 15’18” Margoni spara a lato, mentre dopo soli 14 secondi il tiro di Ciresa viene bloccato da Maund. L’assedio del Pontebba inizia al 17’11” con un tiro di Aquino di poco fuori e dopo trenta secondi Vassilyev approfittando di un time out richiama Carpano per giocare con sei uomini di movimento contro i quattro del Cortina, punito Savoia. Al 18’23” occasionissima per Cote che spara verso la porta sguarnita del Pontebba, ma trova sulla sua traiettoria un grandissimo Lutz che con il corpo evita l’empty net goal. Ancora Pontebba al 19’15” con una mischia davanti a Maund e il goalie è costretto a bloccare il disco. Quando mancano tre secondi al termine arriva la rete a porta vuota di Cote, che chiude definitivamente l’incontro.

SGP Generali Aquile FVG – SG Cortina De Vilmont Champagne 2:4 (1:2, 1:1, 0:1)

Marcatori: 04’15” (0:1 shg) Russel (Wedderburn), 07’23”’ (1:1 pp) Cooper (Aquino/Eronen), 12’22” (1:2 pp) Soursa (Adami Fr./Souza), 25’07” (2:2 pp) Romano (Aquino/ Cavanaugh), 31’05” (2:3 pp) Souza (De Bettin/Smith), 59’57” (2:4 empty net goal) Cote

SGP Generali Aquile FVG: Carpano (Dell’Olio), Ambrosi, Armani, Betti, Cooper, Eronen, Hecl, Lutz; Aquino, Burgess, Cavanaugh, Ciresa, Demetz, Margoni, Rigoni, Romano, Kalmikov, Vernaccini
Coach: Mikhail Vassilyev

SG Cortina De Vilmont Champagne: Maund (Alberti A.); Zandonella, Wedderburn, Mulick, Da Corte, Smith; Soursa, Timpone, Chelodi, Adami Fr., Cote, Savoia, De Bettin, Moser, Alberti F., Russel, Souza, Menardi
Coach: Miroslav Frycer

Arbitri: Colcuc (Zatta, Moschen)

Note: 1372 spettatori

Tiri in porta: SGP Generali Aquile FVG 26 (8, 5, 13) – SG Cortina De Vilmont Champagne 27 (13, 9, 5)

Minuti di penalità: SGP Generali Aquile FVG 8 (2, 2, 4) – SG Cortina De Vilmont Champagne 20 (8, 8, 4)

Fonte: Tiziano Gualtieri
Foto: Ranieri Furlan http://www.aquile-fvg.it/

664