Arcivescovo Battisti: migliaia di fedeli per suffragio salma

battisti
3 Gennaio 2012 – Ininterrotto pellegrinaggio di fedeli oggi nella cattedrale di Udine per rendere omaggio alla salma dell’arcivescovo emerito monsignor Alfredo Battisti, morto il primo gennaio, esposta nella navata centrale del Duomo da questa mattina per la preghiera di suffragio. La salma del presule, che ha retto la Chiesa udinese per 28 anni – dal 1973 al 2000 – e che si è spento all’età di 86 anni per l’aggravarsi di un malore, è stata accolta in cattedrale questa mattina dall’arcivescovo di Udine monsignor Andrea Bruno Mazzocato e dai canonici del Capitolo metropolitano. Dopo il canto delle lodi e la preghiera di suffragio, la salma è stata esposta nel duomo per tutta la giornata fino alla veglia serale presieduta dall’arcivescovo, con la recita del Rosario. Migliaia di fedeli sono giunti nel capoluogo friulano da tutta la diocesi per un devoto saluto all’arcivescovo. Nel corso del pomeriggio è arrivato nella cattedrale di Udine anche il vescovo di Adria-Rovigo, il friulano monsignor Lucio Soravito de Franceschi, che è stato per molti anni tra i più stretti collaboratori di monsignor Battisti quando l’arcivescovo emerito si trovava alla guida della diocesi udinese. “Durante il suo ministero pastorale monsignor Battisti ha retto la nostra comunità con saggezza e amore – ha detto monsignor Soravito -, infondendole fiducia, speranza e fraternità anche nei periodi difficili del terremoto e della ricostruzione del Friuli. Inoltre – ha aggiunto – ha saputo rinnovare la Chiesa diocesana con il cammino sinodale degli anni Ottanta. Preghiamo affinché le nostre comunità – ha concluso – sappiano mantenere il messaggio di fede e di speranza che l’arcivescovo Battisti ha loro consegnato”. Domani, dopo la celebrazione eucaristica del mattino, la salma di monsignor Battisti resterà ancora esposta nella cattedrale fino al primo pomeriggio, quando saranno celebrate le solenni esequie presiedute dall’arcivescovo di Gorizia, monsignor Dino De Antoni, presidente della Conferenza Episcopale Triveneta. La salma sarà tumulata nella cripta degli arcivescovi della cattedrale di Udine.

597