Bearzi

ARLeF: con Fûrxfur, la festa parla friulano

Samba.Fabbro.Santoro

Nel 2015, le più importanti manifestazioni friulane parleranno… friulano. Non è un paradosso, ma l’architrave di Fûrxfur, l’importante e innovativo progetto di comunicazione integrata in lingua friulana voluto e finanziato dall’ARLeF e realizzato dalla Cooperativa Informazione Friulana. Dopo Fieste de Viarte e Sapori Pro Loco, anche Homepage Festival alla Notte Bianca e Friuli Doc a Udine, Arti&Sapori a Zoppola, la Festa della Mela di Tolmezzo, Gusti di Frontiera a Gorizia… saranno coinvolti nel progetto. Queste manifestazioni, dunque, utilizzeranno il friulano come parte integrante della loro comunicazione scritta (e non solo) sui vari materiali promozionali, dai depliant alle locandine, dai menu ai programmi. L’intero progetto è stato presentato a Udine, durante una conferenza stampa tenutasi nel Palazzo della Regione.
«Le lingue minoritarie – ha detto l’assessore regionale alle infrastrutture, Mariagrazia Santoro -, rappresentano una ricchezza per l’intero Fvg. Vanno utilizzate per essere davvero europei, anche perché sono il frutto della tradizione, della storia locale e rappresentano, per questo, una ricchezza del territorio».
«L’intento dell’ARLeF, per la prima volta, è quello di mettere a sistema una serie di azioni attuate anche in passato per promuovere l’uso della lingua friulana nei grandi eventi – ha spiegato il presidente, Lorenzo Fabbro -. Tutto il territorio regionale viene coinvolto in Fûrxfur con una serie di iniziative coordinate che rafforzano la presenza e l’uso del friulano nelle forme più moderne, gradite a tutti, ma soprattutto ai giovani. Ci pare un’idea generatrice di coesione sociale e in grado di unire decisamente, in maniera positiva e sinergica – ha concluso Fabbro – politica linguistica e promozione del territorio».
Ma il progetto ha anche ampi risvolti multimediali. Infatti, è stato predisposto un video promozionale +figo x furlan, realizzato da Giorgio Cantoni, che verrà messo a disposizione degli organizzatori degli eventi, ma pure dei giornalisti e delle testate on line. Il video – che vede protagonista Daniel Samba, noto per la sua interpretazione in diversi progetti come “Ocjo!”, “Furlan piturât di neri” e “Felici ma Furlans” – sarà presentato per la prima volta al pubblico sul palco del Castello di Udine in occasione della Notte Bianca in programma il 4 luglio, dove ARLeF sarà presente anche con un proprio banchetto informativo.
«Ascoltare e parlare la lingua friulana, per me – ha sottolineato Daniel Samba – rappresenta un modo importante per capire la cultura e i codici comportamentali delle persone di questo bellissimo e accogliente territorio».
Nell’ambito del progetto Fûrxfur la Cooperativa Informazione Friulana, in affiancamento agli organizzatori degli eventi, provvederà al servizio di traduzione utile per i materiali promozionali e a realizzare spot di lancio e trasmissioni in diretta radiofonica sulle frequenze di Radio Onde Furlane. Di volta in volta, inoltre, in accordo con gli operatori territoriali, Fûrxfur proporrà concerti, letture per bambini, animazioni plurilingui, presentazione di libri.
Dal canto suo, l’ARLeF sarà presente a tutti gli appuntamenti in scaletta, con un proprio stand dove si distribuiranno materiali informativi e promozionali che invitano all’utilizzo della lingua friulana in tutti i luoghi della quotidianità.
La collaborazione di Fûrxfur con il Comune di Udine e quello di Gorizia per Friuli Doc e Gusti di Frontiera, le due manifestazioni settembrine di punta dell’agroalimentare regionale, sarà particolarmente complessa e interessante. Oltre alla depliantistica bilingue, gli spot e le dirette di Radio Onde Furlane, sarà proposto un Concorso Fotografico “Fûrxfur a colpi di selfie” dove i partecipanti si ritrarranno con il logo ben visibile, per catturare nella maniera più simpatica ed
efficace possibile lo spirito della manifestazione e del friulano. Tutte le foto saranno caricate su Istagram e le migliori verranno premiate. Una parte del materiale fotografico selezionato al termine dei due avvenimenti, sarà montato in uno o più video che saranno promossi all’interno di vari contenitori mediatici e culturali.
Paolo Cantarutti, presidente della Cooperativa Informazione Friulana che ha vinto il bando del progetto, ha sottolineato l’attenzione ai giovani e lo sforzo in atto per far diventare l’uso della lingua friulana negli eventi (grandi e piccoli) un fatto normale, continuativo e non occasionale

facebook
587